Ultimo aggionamento: 31-08-2015 - 23:31 | Oggi: inceneritore amianto toro juventus

Domenica 29 maggio, giornata nazionale del sollievo. L’ospedale astigiano Cardinal Massaia sarà tra i 62 centri ospedalieri d’Italia coinvolti nell’iniziativa, promossa da Onda, osservatorio nazionale sulla salute della donna. E a beneficiare delle nuove possibilità per non soffrire saranno, infatti, le donne. Si tratta di una 24 ore contro il dolore “inutile”, cioè quello cronico che, stando ai dati, colpisce maggiormente le donne, vittime di patologie, come l’osteoporosi, in cui la sofferenza fisica è più intensa. Anche il travaglio ha lasciato in generazioni di mamme il ricordo di un’esperienza impegnativa, ma oggi partorire, senza dolore, è possibile grazie a tecniche di analgesia epidurale, che può essere praticata alla maggioranza delle pazienti, consentendo di mantenere uno stato di coscienza vigile e di ridurre in modo significativo il dolore e l’uso dei farmaci. Il Cardinal Massaia, grazie alla collaborazione tra i reparti di ostetricia, ginecologia, anestesia e rianimazione è tra i pochi ad assicurare, a livello nazionale, l’analgesia epidurale. Su questo tema si concentrerà l’impegno di Asti nella giornata del sollievo, ospitata nella struttura di ostetricia, al terzo piano, dalle 9 alle 10.30, e guidata da Elisabetta Fanzago, anestesista con una vasta esperienza sul parto indolore. Alle prime dieci future mamme prenotate, non ancora in carico al reparto nel loro percorso di maternità, dalle 10.30 alle 12.30, verrà anche assicurato un consulto medico gratuito per approfondire gli aspetti dell’analgesia epidurale. Per tutta la mattina, inoltre, verrà distribuito materiale informativo sui corsi di preparazione al parto, la partoanalgesia, l’igiene in gravidanza. In Piemonte l’ “open day” contro il dolore “inutile” coinvolgerà, accanto al Massaia, gli ospedali di Alessandria, Biella, Novara e Torino. Info per le prenotazioni delle visite gratuite astigiane: tel. 0141.489510.   Nella foto:  Elisabetta Fanzago

Domenica 29 maggio, giornata nazionale del sollievo. L’ospedale astigiano Cardinal Massaia sarà tra i 62 centri ospedalieri d’Italia coinvolti nell’iniziativa, promossa da Onda, osservatorio nazionale sulla salute della donna. E a beneficiare delle nuove possibilità per non soffrire saranno, infatti, le donne.

Si tratta di una 24 ore contro il dolore “inutile”, cioè quello cronico che, stando ai dati, colpisce maggiormente le donne, vittime di patologie, come l’osteoporosi, in cui la sofferenza fisica è più intensa. Anche il travaglio ha lasciato in generazioni di mamme il ricordo di un’esperienza impegnativa, ma oggi partorire, senza dolore, è possibile grazie a tecniche di analgesia epidurale, che può essere praticata alla maggioranza delle pazienti, consentendo di mantenere uno stato di coscienza vigile e di ridurre in modo significativo il dolore e l’uso dei farmaci.

Il Cardinal Massaia, grazie alla collaborazione tra i reparti di ostetricia, ginecologia, anestesia e rianimazione è tra i pochi ad assicurare, a livello nazionale, l’analgesia epidurale. Su questo tema si concentrerà l’impegno di Asti nella giornata del sollievo, ospitata nella struttura di ostetricia, al terzo piano, dalle 9 alle 10.30, e guidata da Elisabetta Fanzago, anestesista con una vasta esperienza sul parto indolore.

Alle prime dieci future mamme prenotate, non ancora in carico al reparto nel loro percorso di maternità, dalle 10.30 alle 12.30, verrà anche assicurato un consulto medico gratuito per approfondire gli aspetti dell’analgesia epidurale. Per tutta la mattina, inoltre, verrà distribuito materiale informativo sui corsi di preparazione al parto, la partoanalgesia, l’igiene in gravidanza.

In Piemonte l’ “open day” contro il dolore “inutile” coinvolgerà, accanto al Massaia, gli ospedali di Alessandria, Biella, Novara e Torino. Info per le prenotazioni delle visite gratuite astigiane: tel. 0141.489510.

 

Nella foto:  Elisabetta Fanzago


TAGS: , , , ,