Ultimo aggionamento: 04-09-2015 - 23:4 | Oggi: u2 meteo truffa asl lavoro nero

E' morto a 85 anni Carlo Fruttero, una figura indissolubilmente legata al Piemonte e alla città di Torino. Scrittore, traduttore e direttore editoriale, ha conquistato il grande pubblico con indimenticabili romanzi, i più celebri dei quali scritti a quattro mani con Franco Lucentini. Tra i successi della coppia, che iniziò a lavorare insieme nel '52, ricordiamo il best-seller La donna della domenica (1972), un giallo di ambientazione torinese, raffinato e ironico.  

Dopo la morte di Lucentini, avvenuta nel 2002, Fruttero aveva interrotto la sua produzione letteraria. Ma nel 2006 era tornato alla ribalta con un novo romanzo edito da Mondadori, Donne informate sui fatti, finalista nel 2007 al Premio Campiello. Nel 2010 gli ultimi libri: Mutandine di Chiffon, divertita raccolta di scritti dichiaratamente d'occasione e La patria, bene o male, scritto a quattro mani con Massimo Gramellini, una riflessione sul tema dell'Italia in vista del Centocinquantenario. Sempre nel 2010 lo scrittore ha vinto il premio Campiello alla carriera. Migliaia di lettori di ieri e di oggi lo hanno ammirato per il suo stile inconfondibile: un mx di eleganza, discrezione, leggerezza, sense of humor e amore per la vita.

E’ morto a 85 anni Carlo Fruttero, una figura indissolubilmente legata al Piemonte e alla città di Torino. Scrittore, traduttore e direttore editoriale, ha conquistato il grande pubblico con indimenticabili romanzi, i più celebri dei quali scritti a quattro mani con Franco Lucentini. Tra i successi della coppia, che iniziò a lavorare insieme nel ’52, ricordiamo il best-seller La donna della domenica (1972), un giallo di ambientazione torinese, raffinato e ironico.  

Dopo la morte di Lucentini, avvenuta nel 2002, Fruttero aveva interrotto la sua produzione letteraria. Ma nel 2006 era tornato alla ribalta con un novo romanzo edito da Mondadori, Donne informate sui fatti, finalista nel 2007 al Premio Campiello. Nel 2010 gli ultimi libri: Mutandine di Chiffon, divertita raccolta di scritti dichiaratamente d’occasione e La patria, bene o male, scritto a quattro mani con Massimo Gramellini, una riflessione sul tema dell’Italia in vista del Centocinquantenario. Sempre nel 2010 lo scrittore ha vinto il premio Campiello alla carriera. Migliaia di lettori di ieri e di oggi lo hanno ammirato per il suo stile inconfondibile: un mx di eleganza, discrezione, leggerezza, sense of humor e amore per la vita.


TAGS: , , , , , ,