Cantieri edili cuneesi sotto osservazione da parte dei carabinieri per scoprire eventuali lavoratori in nero o senza protezioni anti infortunistiche. Nel “mirino” dei militari dell’Arma, un sito di lavoro per la costruzione di un grosso complesso residenziale alla periferia dell’abitato albese. Al termine dei controlli i carabinieri hanno denunciato 6 persone per vari reati in violazione delle norme in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Si tratta di 2 carpentieri edili, 3 manovali ed un gruista che stavano lavorando all’interno del cantiere senza adottare le necessarie cautele per prevenire eventuali infortuni. Nonostante il titolare dell’impresa di costruzione albese avesse attuato ogni misura in termini di sicurezza, e infatti a suo carico non sono emerse irregolarità di alcun tipo, i dipendenti non indossavano le dotazioni antinfortunistiche, caschi, cinture, scarpe da lavoro, etc., soprattutto mentre lavoravano in quota. Nei guai sono finiti i 2 carpentieri di Alba, il gruista senegalese che vive in città e 3 manovali marocchini di Asti che ora devono rispondere di varie violazioni penali alle norme di sicurezza.

Cantieri edili cuneesi sotto osservazione da parte dei carabinieri per scoprire eventuali lavoratori in nero o senza protezioni anti infortunistiche. Nel “mirino” dei militari dell’Arma, un sito di lavoro per la costruzione di un grosso complesso residenziale alla periferia dell’abitato albese.Al termine dei controlli i carabinieri hanno denunciato 6 persone per vari reati in violazione delle norme in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Si tratta di 2 carpentieri edili, 3 manovali ed un gruista che stavano lavorando all’interno del cantiere senza adottare le necessarie cautele per prevenire eventuali infortuni. Nonostante il titolare dell’impresa di costruzione albese avesse attuato ogni misura in termini di sicurezza, e infatti a suo carico non sono emerse irregolarità di alcun tipo, i dipendenti non indossavano le dotazioni antinfortunistiche, caschi, cinture, scarpe da lavoro, etc., soprattutto mentre lavoravano in quota. Nei guai sono finiti i 2 carpentieri di Alba, il gruista senegalese che vive in città e 3 manovali marocchini di Asti che ora devono rispondere di varie violazioni penali alle norme di sicurezza.


TAGS: , , ,
Leggi articolo precedente:
Aggressione ad Alberto Musy. Le reazioni dei politici – live

-*+17:00 Anche il Rettore dell’Università di Torino Ezio Pelizzetti...

Chiudi