Registrati | Login | Logout Meteo Piemonte | Meteo Italia | Traffico Piemonte | Mappe |

28 - 08 - 2014

Economia, Lavoro, Piemonte, Torino

La Fiat affonda in marzo nel mercato europeo dell’automobile


I problemi di Fiat nel mercato europeo diventano sempre più seri. Vendere è necessario per avere ricavi. Se non si vende i problemi diventano insormontabili. Secondo Pierluigi Bellini di Global Insight nel mese di marzo le vendite di automobili nuove in Europa Occidentale sono state in calo del 6,9% rispetto allo stesso mese del 2011. Il gruppo Fiat ha però registrato un crollo del 27,6%. La quota di mercato in Europa del gruppo è scesa di 1,5% in un anno passando al 5,3% del mercato attuale , dal 6,8% di un anno fa. Se nel calo pesantissimo del mercato italiano in marzo ha inciso lo sciopero delle bisarche, le giustificazioni del calo in Europa devono per forza essere diverse anche perchè  nella classifica tra i produttori il gruppo italiano oramai
è sceso all’ottavo posto, superato anche da Bmw e Hyundai.

Nel mese di febbraio il gruppo italiano aveva una quota di mercato del 7,1%, in calo dal 7,7% del febbraio 2011.Le vendite complessive dell’area a marzo sono stimate da Global Insight a 1.428.531 immatricolazioni, in calo del 6,9% rispetto a 1.534.901 dell’ scorso anno. I dati delle immatricolazioni in Europa saranno diffusi da Acea martedi 17 aprile. Il trend è in leggero miglioramento rispetto al trimestre, che sconta una flessione del 8,1% a 3.233.817 veicoli, sostenuto da un quadro piu favorevole nel nord Europa rispetto al crollo dell’area meridionale che ovviamente condiziona anche le performance dei rispettivi “campioni nazionali”. A marzo aumentano le vendite in Germania (+3,4%), Gran Bretagna (+ 1,8%) e Svizzera (7,9%). Su numenri ridotti strappano le immatricolazioni in Finlandia, che crescono del 82,2% a 22.924 consegne. Di segno totalmente opposto l’area meediterranea, con l’Italia a – 27%, la Francia a – 23,2%, il Portogallo a -49,2% e la Grecia a – 41%. La Spagna perde solo il 4,5%, ma si confornta con un marzo 2011 che era gia di forte crisi. Il divario si riflette sui trend dei produttori, con le marche tedesche (tranne le filiali Gm e Ford) tutte con segno positivo, la coreana Hyundai che strappa e supera anche il gruppo Fiat, e tutti gli altri gruppi che arrancano all’inseguimento dei pochi acquirenti rimasti. A marzo il gruppo Volkswagen consolida il primo posto aumentando le vendite del 1,8% e una quota di mercato del 23,3%; Bmw incrementa le vendite del 2,2% e sale al 6,4% di quota, Daimler aumenta le consegne del 5,2% e si porta al 5,1% del mercato. Hyundai prosegue la scalata in classifica aumentando le vendite del 21,1% e portando la quota di mercato al 5,7%. Per tutti gli altri produttori domina un pesante segno negativo, tranne che per Toyota che arretra meno del mercato.

The automobile industry pocket guide 2011


Segui Quotidiano Piemontese



15 aprile 2012 - Autore: Vittorio Pasteris - @vittoriopasteris
In questo articolo si parla di : , ,

I commenti sono chiusi per questa pagina

Leggi articolo precedente:
Super Stra Bra: rinviata per la pioggia a domenica 22 aprile

Domenica 15 aprile a Bra non si corre...

Paolo Bosusco rientrato in Italia ospite in TV alle Invasioni Barbariche – video

Il piemontese Paolo Bosusco, rapito il 14 marzo...

Amiat ha lanciato la raccolta degli olii alimentari esausti a Torino nelle Circoscrizioni 2 e 3

E' partita da un mese la campagna promossa...

Muore calciatore del Livorno: domani si fermano tutti i campionati di calcio

Ancora una morte di uno sportivo: il giocatore del...

Chiudi