Quantcast
Ultimo aggionamento: 06-12-2016 - 20:14 | Oggi: autopsia Damanhur spaccio sciopero presidio gtt

Il sottosegretario alla Giustizia Andrea Zoppini si è dimesso dal suo incarico di governo. Zoppini ha motivato la sua scelta con queste parole: "Sono stato raggiunto da una informazione di garanzia con riguardo a vicende delle quali mi sono occupato professionalmente alcuni anni fa. Ho piena fiducia nell'operato della Magistratura e ritengo di potere chiarire ogni aspetto che mi riguarda''.  L'avvocato Zoppini è nato e lavora a Roma, ma  è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Verbania. Le ipotesi di reato contestate sarebbero concorso in frode fiscale e dichiarazione fraudolenta. Al sottosegretario è stato notificato un avviso di garanzia e un invito a comparire. Secondo l'accusa, attraverso un'attività di consulenza, Zoppini avrebbe aiutato alcuni imprenditori del novarese a realizzare una frode fiscale a carattere transnazionale. Per questa sua consulenza avrebbe ottenuto compensi in nero e su conti esteri. Di qui l'ipotesi di reato di dichiarazione fraudolenta.
ogni aspetto che mi riguarda. Ritengo però che la situazione che si è creata sia oggettivamente incompatibile con la funzione di sottosegretario al ministero della Giustizia". "Per non pregiudicare, quindi, l'azione del governo e del ministro della Giustizia, che ringrazio per la fiducia che mi hanno voluto accordare, ritengo necessario - conclude - rassegnare le mie dimissioni".

Il sottosegretario alla Giustizia Andrea Zoppini si è dimesso dal suo incarico di governo. Zoppini ha motivato la sua scelta con queste parole: “Sono stato raggiunto da una informazione di garanzia con riguardo a vicende delle quali mi sono occupato professionalmente alcuni anni fa. Ho piena fiducia nell’operato della Magistratura e ritengo di potere chiarire ogni aspetto che mi riguarda”.  L’avvocato Zoppini è nato e lavora a Roma, ma  è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Verbania. Le ipotesi di reato contestate sarebbero concorso in frode fiscale e dichiarazione fraudolenta. Al sottosegretario è stato notificato un avviso di garanzia e un invito a comparire. Secondo l’accusa, attraverso un’attività di consulenza, Zoppini avrebbe aiutato alcuni imprenditori del novarese a realizzare una frode fiscale a carattere transnazionale. Per questa sua consulenza avrebbe ottenuto compensi in nero e su conti esteri. Di qui l’ipotesi di reato di dichiarazione fraudolenta.

ogni aspetto che mi riguarda. Ritengo però che la situazione che si è creata sia oggettivamente incompatibile con la funzione di sottosegretario al ministero della Giustizia”.

“Per non pregiudicare, quindi, l’azione del governo e del ministro della Giustizia, che ringrazio per la fiducia che mi hanno voluto accordare, ritengo necessario – conclude – rassegnare le mie dimissioni”.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , ,