Ultimo aggionamento: 28-07-2015 - 15:28 | Oggi: degrado cassa integrazione polo reale stefano esposito

Tanta fretta di nascere e una voce bella forte, quella della neonata Denisa Maria, romena di 3 chili e 270 grammi, nata ieri mattina in ambulanza, durante la corsa in ospedale. Ma lei ha voluto sorprendere tutti e venire al mondo proprio lì, nell’ambulanza del 118. Il mezzo, proveniente dalla sede della Croce Rossa di Villafranca, era diretto all’ospedale Cardinal Massaia di Asti, dove la mamma di Denisa Maria aveva partorito, 18 mesi prima, un maschietto. Questa volta, però, non ha fatto in tempo a raggiungere l’ospedale. La chiamata al 118 è giunta alle 9.17, la futura “mamma bis”, partita da Canale, dove risiede, era a bordo di un’auto guidata da una parente, anche lei incinta, e lamentava forti e ripetute contrazioni.Le due donne hanno percorso solo pochi km, poi arrivate a San Damiano d'Asti hanno allertato e atteso l’ambulanza, giunta 12 minuti dopo la richiesta di aiuto. Arrivata in frazione San Grato, l’ambulanza si è nuovamente fermata per consentire a Denisa Maria di venire alla luce alle 9.53, visto che proprio non ce la faceva ad aspettare di giungere ad Asti. Il parto ha visto impegnato il medico Francesco Fiorillo, alla sua terza esperienza del genere negli ultimi sei anni, l’infermiera Simona Mansone e la soccorritrice Claudia Riviello. Alla guida del mezzo l’autista Luciano Conte. Ad accogliere per primi al Massaia neonata e mamma, il personale del pronto soccorso e la pediatra. Accertate le buone condizioni di salute di entrambe, sono state trasferite in ostetricia dove tutti i sanitari erano già pronti ad accoglierle e a fare la conoscenza della piccola “frettolosa”.

Tanta fretta di nascere e una voce bella forte, quella della neonata Denisa Maria, romena di 3 chili e 270 grammi, nata ieri mattina in ambulanza, durante la corsa in ospedale. Ma lei ha voluto sorprendere tutti e venire al mondo proprio lì, nell’ambulanza del 118. Il mezzo, proveniente dalla sede della Croce Rossa di Villafranca, era diretto all’ospedale Cardinal Massaia di Asti, dove la mamma di Denisa Maria aveva partorito, 18 mesi prima, un maschietto.

Questa volta, però, non ha fatto in tempo a raggiungere l’ospedale. La chiamata al 118 è giunta alle 9.17, la futura “mamma bis”, partita da Canale, dove risiede, era a bordo di un’auto guidata da una parente, anche lei incinta, e lamentava forti e ripetute contrazioni.Le due donne hanno percorso solo pochi km, poi arrivate a San Damiano d’Asti hanno allertato e atteso l’ambulanza, giunta 12 minuti dopo la richiesta di aiuto. Arrivata in frazione San Grato, l’ambulanza si è nuovamente fermata per consentire a Denisa Maria di venire alla luce alle 9.53, visto che proprio non ce la faceva ad aspettare di giungere ad Asti.

Il parto ha visto impegnato il medico Francesco Fiorillo, alla sua terza esperienza del genere negli ultimi sei anni, l’infermiera Simona Mansone e la soccorritrice Claudia Riviello. Alla guida del mezzo l’autista Luciano Conte.

Ad accogliere per primi al Massaia neonata e mamma, il personale del pronto soccorso e la pediatra. Accertate le buone condizioni di salute di entrambe, sono state trasferite in ostetricia dove tutti i sanitari erano già pronti ad accoglierle e a fare la conoscenza della piccola “frettolosa”.


TAGS: , , , , , ,