Ultimo aggionamento: 2 giugno 2012 | Oggi: droga treni campo nomadi sigarette uber omicidio

Il Codacons ha messo a  disposizione dei cittadini un progetto di class action per far ottenere a scommettitori e tifosi il risarcimento per il danno subito non solo morale ma anche e soprattutto economico della nuova calciopoli legata alle scommesse. Il Codacons ha dedicato una pagina del suo sito a tutti coloro che volessero ulteriori informazioni sull’argomento. La class action è aperta alle seguenti categorie: - tutti i titolari di abbonamento presso lo stadio di una squadra di calcio coinvolta nello scandalo; - tutti i titolari di un abbonamento alla pay-tv per la visione in esclusiva di incontri sportivi; - gli azionisti delle squadre coinvolte; - gli scommettitori che abbiano conservato copia della giocata di una scommessa su una o più partite oggetto di indagine (indicate sul sito Codacons e in continuo aggiornamento); - chiunque sia comunque tifoso di una delle squadre coinvolte e risieda in una delle seguenti città: Bergamo e Provincia (Atalanta e Albinoleffe), Novara, Siena, Bologna, Cesena, Verona (Chievo), Genova (Genoa e Sampdoria), Roma (Lazio), Lecce, Ascoli, Empoli, Grosseto, Livorno, Modena, Padova, Pescara, Ravenna, Reggina, Rimini e Spezia. Per aderire al ricorso è necessario compilare il form nella pagina Codacons per ricevere via email tutta la modulistica e le istruzioni.

Il Codacons ha messo a  disposizione dei cittadini un progetto di class action per far ottenere a scommettitori e tifosi il risarcimento per il danno subito non solo morale ma anche e soprattutto economico della nuova calciopoli legata alle scommesse. Il Codacons ha dedicato una pagina del suo sito a tutti coloro che volessero ulteriori informazioni sull’argomento.

La class action è aperta alle seguenti categorie:
– tutti i titolari di abbonamento presso lo stadio di una squadra di calcio coinvolta nello scandalo;
– tutti i titolari di un abbonamento alla pay-tv per la visione in esclusiva di incontri sportivi;
– gli azionisti delle squadre coinvolte;
– gli scommettitori che abbiano conservato copia della giocata di una scommessa su una o più partite oggetto di indagine (indicate sul sito Codacons e in continuo aggiornamento);
– chiunque sia comunque tifoso di una delle squadre coinvolte e risieda in una delle seguenti città: Bergamo e Provincia (Atalanta e Albinoleffe), Novara, Siena, Bologna, Cesena, Verona (Chievo), Genova (Genoa e Sampdoria), Roma (Lazio), Lecce, Ascoli, Empoli, Grosseto, Livorno, Modena, Padova, Pescara, Ravenna, Reggina, Rimini e Spezia.

Per aderire al ricorso è necessario compilare il form nella pagina Codacons per ricevere via email tutta la modulistica e le istruzioni.


TAGS: ,
Leggi articolo precedente:
E’ partita la patente a punti per Piazza Vittorio

-*+Il consiglio comunale di Torino ha approvato con...

Buffon e le presunte scommesse, Il Post mette insieme i pezzi

-*+La vicenda Buffon rimane al centro dell’attenzione su quotidiani...

Festa della Repubblica, i pacifisti contestano l’alzabandiera. Cota preferisce la messa

-*+Pacifisti contro l’alzabandiera, sabato mattina a Torino. Venti...

I giovani di estrema destra contro Equitalia: “Assassini della società”

-*+All’ingresso della sede di Equitalia la Gioventù della...

Chiudi