Pacifisti contro l'alzabandiera, sabato mattina a Torino. Venti giovani, o giù di lì, molti vestiti da clown, hanno infatti contestato con tamburi e fischietti la cerimonia in occasione della festa della Repubblica, in piazza Castello. I manifestanti non sono comunque riusciti ad arrivare nella zona presidiata dalle forze dell'ordine. Alla cerimonia non ha partecipato il presidente della Regione Roberto Cota, che ha deciso di assistere "a una messa nella parrocchia di Mercurago, in segno di lutto e di rispetto per le popolazioni colpite dai tragici eventi sismici". LE PAROLE DI SAITTA. ''Torniamo alla serietà, al rigore, all'etica che ci è stata insegnata: facciamolo per i nostri figli e per il futuro del nostro Paese''. Lo ha detto il presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta, nel suo intervento alla consegne delle onorificenze al merito della Repubblica sabato mattina a Torino. Saitta ha sottolineato ''l'urgenza di ritrovare i valori fondanti della nostra Repubblica: oggi celebriamo la nascita di un'Italia democratica che migliaia di persone hanno ottenuto con eroismo e valore - ha spiegato - mentre la nostra storia recente troppo spesso sembra aver dimenticato quegli esempi''.

Pacifisti contro l’alzabandiera, sabato mattina a Torino. Venti giovani, o giù di lì, molti vestiti da clown, hanno infatti contestato con tamburi e fischietti la cerimonia in occasione della festa della Repubblica, in piazza Castello. I manifestanti non sono comunque riusciti ad arrivare nella zona presidiata dalle forze dell’ordine.

Alla cerimonia non ha partecipato il presidente della Regione Roberto Cota, che ha deciso di assistere “a una messa nella parrocchia di Mercurago, in segno di lutto e di rispetto per le popolazioni colpite dai tragici eventi sismici”.

LE PAROLE DI SAITTA. ”Torniamo alla serietà, al rigore, all’etica che ci è stata insegnata: facciamolo per i nostri figli e per il futuro del nostro Paese”. Lo ha detto il presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta, nel suo intervento alla consegne delle onorificenze al merito della Repubblica sabato mattina a Torino. Saitta ha sottolineato ”l’urgenza di ritrovare i valori fondanti della nostra Repubblica: oggi celebriamo la nascita di un’Italia democratica che migliaia di persone hanno ottenuto con eroismo e valore – ha spiegato – mentre la nostra storia recente troppo spesso sembra aver dimenticato quegli esempi”.


TAGS: , , ,
Leggi articolo precedente:
I giovani di estrema destra contro Equitalia: “Assassini della società”

-*+All'ingresso della sede di Equitalia la Gioventù della...

Gli appuntamenti a Torino e in Piemonte dal 2 al 10 giugno

-*+Cinemambiente, Bike Pride, Castelli aperti, Concerto del 2...

La Fiat per vendere automobili decide di pagare la benzina ai suoi clienti

-*+La Fiat invece di investire nell'auto elettrica su...

Chiudi