Quantcast
Ultimo aggionamento: 10-12-2016 - 17:41 | Oggi: autopsia Damanhur spaccio sciopero presidio gtt

Pacifisti contro l'alzabandiera, sabato mattina a Torino. Venti giovani, o giù di lì, molti vestiti da clown, hanno infatti contestato con tamburi e fischietti la cerimonia in occasione della festa della Repubblica, in piazza Castello. I manifestanti non sono comunque riusciti ad arrivare nella zona presidiata dalle forze dell'ordine. Alla cerimonia non ha partecipato il presidente della Regione Roberto Cota, che ha deciso di assistere "a una messa nella parrocchia di Mercurago, in segno di lutto e di rispetto per le popolazioni colpite dai tragici eventi sismici". LE PAROLE DI SAITTA. ''Torniamo alla serietà, al rigore, all'etica che ci è stata insegnata: facciamolo per i nostri figli e per il futuro del nostro Paese''. Lo ha detto il presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta, nel suo intervento alla consegne delle onorificenze al merito della Repubblica sabato mattina a Torino. Saitta ha sottolineato ''l'urgenza di ritrovare i valori fondanti della nostra Repubblica: oggi celebriamo la nascita di un'Italia democratica che migliaia di persone hanno ottenuto con eroismo e valore - ha spiegato - mentre la nostra storia recente troppo spesso sembra aver dimenticato quegli esempi''.

Pacifisti contro l’alzabandiera, sabato mattina a Torino. Venti giovani, o giù di lì, molti vestiti da clown, hanno infatti contestato con tamburi e fischietti la cerimonia in occasione della festa della Repubblica, in piazza Castello. I manifestanti non sono comunque riusciti ad arrivare nella zona presidiata dalle forze dell’ordine.

Alla cerimonia non ha partecipato il presidente della Regione Roberto Cota, che ha deciso di assistere “a una messa nella parrocchia di Mercurago, in segno di lutto e di rispetto per le popolazioni colpite dai tragici eventi sismici”.

LE PAROLE DI SAITTA. ”Torniamo alla serietà, al rigore, all’etica che ci è stata insegnata: facciamolo per i nostri figli e per il futuro del nostro Paese”. Lo ha detto il presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta, nel suo intervento alla consegne delle onorificenze al merito della Repubblica sabato mattina a Torino. Saitta ha sottolineato ”l’urgenza di ritrovare i valori fondanti della nostra Repubblica: oggi celebriamo la nascita di un’Italia democratica che migliaia di persone hanno ottenuto con eroismo e valore – ha spiegato – mentre la nostra storia recente troppo spesso sembra aver dimenticato quegli esempi”.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , , ,