Registrati | Login | Logout Meteo Piemonte | Meteo Italia | Traffico Piemonte | Mappe |

25 - 10 - 2014

Cuneo, Politica

Filippo Civati spera che i Democratici nazionali ascoltino l’assemblea provinciale cuneese del PD


Filippo Civati dal suo blog sposa l’ordine del giorno, votato quasi all’unanimità, con un solo astenuto, dall’assemblea provinciale del Pd della provincia di Cuneo lunedì 4 giugno 2012:, sostenendo  che il testo votato dai cuneesui testo è “ancora migliore di quello che mi vede tra i firmatari in direzione nazionale. Chissà che qualcuno non ascolti Cuneo. Chissà”. Il testo dell’ordine del giorno: 

L’assemblea provinciale della Provincia di Cuneo, in vista delle prossime elezioni politiche , chiede al gruppo dirigente nazionale e regionale:
- di impegnarsi per la costruzione di alleanze non basandosi su foto del passato, ma su un’immagine per il futuro;
- candidati con esperienze e competenze nuove mantenendo il massimo rigore (per garantire la democrazia interna) nell’applicazione dei principi dello statuto sulla ricandidabilità e sui mandati (massimo tre);
- a prescindere dalla legge elettorale con cui si andrà a votare, i candidati alle elezioni politiche per il Parlamento siano espressione del territorio e scelti con primarie aperte agli elettori;
- di non promuovere una lista “civica” a livello nazionale, perché il riformismo è una responsabilità che il partito non deve delegare, pena il fallimento dello stesso progetto politico del Pd nato appena 5 anni fa: il Pd non doveva, non deve e non dovrà essere la sola somma dei partiti che l’hanno fondato;
- di impegnarsi convintamente per la riforma elettorale;
- di scegliere il futuro candidato presidente del consiglio con la votazione degli elettori ed iscritti del Pd. La situazione politica e il Partito Democratico del 2013 sono assai diversi da quelli del 2009;
- tre proposte forti su lavoro, stato sociale e ambiente;
Le recenti elezioni amministrative sono state ampiamente vinte dalle forze di centrosinistra, ma ci sono dei segnali cui è necessario porre la massima attenzione :i candidati eletti nelle grandi città non del PD, il successo del Movimento a 5 Stelle, il forte astensionismo e la vittoria per implosione dell’avversario. Per questo motivo ci aspettiamo una forte mobilitazione delle nostre strutture nazionali per arrivare ad un momento elaborativo e decisionale sulle questioni aperte.

Questo testo è ancora migliore di quello che mi vede tra i firmatari in direzione nazionale. Chissà che qualcuno non ascolti Cuneo. Chissà.


Segui Quotidiano Piemontese



9 giugno 2012 - Autore: Redazione - @quotidianopiem
In questo articolo si parla di : ,

I commenti sono chiusi per questa pagina

Leggi articolo precedente:
E’ arrivato in piazza Castello a Torino Casa Italia in tour – fotogallery

E' arrivato a Torino Casa Italia in tour...

Saitta denuncia una tentata truffa telematica ai suoi danni

La casella di posta elettronica del presidente della...

Trenta casi di Tbc fra gli studenti di medicina a Torino: Guarinello continua l’inchiesta sui vertici della facoltà

Gli esiti dei test ordinati dalla Procura di Torino...

Forte scossa di terremoto tra Veneto e Friuli, nessun problema in Piemonte

Poco prima dell'alba è stata registrata una forte...

Chiudi