L’avvocato Roberto Cota difende un tunisino accusato di ricettazione



Questa, se volete, possiamo catalogarla tra le curiosità. Roberto Cota, ex presidente della Regione e numero uno della Lega in Piemonte, si è ritrovato a difendere in tribunale un immigrato tunisino dall’accusa di ricettazione di una bicicletta.

Cota è infatti tornato a fare l’avvocato a tempo pieno. Si è “difeso” dicendo che il caso era di un collega, che però ha avuto un contrattempo e gli ha chiesto di sostituirlo in tribunale. Cota ha tenuto a precisare che l’imputato era regolare sul territorio italiano e che comunque “il lavoro è lavoro” e prescinde dalle convinzioni politiche.

Ha anche detto, tuttavia, che lui non è iscritto alle liste d’ufficio, in modo da non rischiare di difendere immigrati con troppa frequenza.

Ultima modifica: 8 gennaio 2018

In questo articolo