Quantcast
Ultimo aggionamento: 11-12-2016 - 08:24 | Oggi: autopsia Damanhur spaccio sciopero presidio gtt
Donna investita e uccisa sulla A26. Prima era stata scaricata dal marito in autostrada dopo una lite. Indagato anche il coniuge
© Gina Sanders - Fotolia.com

Sono due gli indagati per la morte della donna romena di 37anni investita questa notte sull’autostrada A26 Genova- Gravellona Toce, tra i caselli di Casale Monferrato Sud e Nord in direzione Gravellona. Il primo è un automobilista di 67 anni,  residente ad Alessandria,  che ha investito con la sua auto la donna e  ha riferito di essersela trovata di fronte dopo una curva. E’ indagato per omicidio colposo. Il secondo è il marito della donna, un italiano di 47 anni, che è invece indagato per concorso in omicidio colposo.

I fatti. Secondo la ricostruzione della  polizia stradale di Alessandria e squadra mobile di Aosta la coppia aveva trascorso la serata a Poirino, nel torinese. Dopo essersi messi in auto, però, di ritorno ad Aosta,  i due avevano avuto un brusco litigio in auto. La donna scende dall’auto e si mette  a camminare lungo la corsia di emergenza. e percorre una ventina di chilometri. Secondo le ricostruzioni avrebbe percorso una ventina di chilometri prima dell’incidente, vicino a una curva. Poi l’incidente. “Me la sono trovata di fronte, non ho potuto fare nulla per evitarla”, ha spiegato l’automobilista che l’ha investita.

Dopo l’incidente  sono intervenuti gli uomini del 118 che hanno attestato il decesso della donna e, dopo un primo esame, hanno rilevato che le ferite erano compatibili con quelle di un investimento.

 

Al momento il marito, sotto choc, è ricoverato all’ospedale di Aosta.

 

 

 

 

 

 

 

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , ,