Salone del Libro, Roberto Moisio si dimette dal Cda della Fondazione



 Dopo l’indagine nei suoi confronti  aperta dalla magistratura, il consigliere Roberto Moisio ha rassegnato le proprie dimissioni: il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione per il Libro,  la Musica e la Cultura, nella seduta odierna, ha accolto le sue dimissioni. Moisio ha spiegato che l’indagine della magistratura “non mi consente di continuare nell’incarico affidatomi dalla Città Metropolitana di Torino nel luglio 2014”.
Nell’accogliere le dimissioni, il Consiglio d’Amministrazione ha ribadito la stima nei confronti di Moisio, confidando in una veloce risoluzione delle problematiche che lo riguardano.

Insieme a Moisio sono indagati anche l’ex assessore alla Cultura del Comune di Torino, Maurizio Braccialarghe, e Giovanna Milella, ex presidente della Fondazione per il Libro, l’ente promotore del Salone del Libro di Torino.

Ultima modifica: 7 gennaio 2018

In questo articolo