Una settimana di cassa integrazione per i 1792 lavoratori della Maserati di Grugliasco



La Rsa della Fiom, dopo aver incontrato l’azienda, ha comunicato che tutti i 1792 lavoratori della Maserati di Grugliasco dovranno subire una settimana di cassa integrazione dal 6 al 12 febbraio prossimi.

Federico Bellono segretario generale della Fiom di Torino e Edi Lazzi, responsabile della Fiom di Collegno

Dopo la lunga pausa natalizia durata tre settimane con l’utilizzo delle ferie dei lavoratori e della cassa integrazione alla Maserati si richiede un’ulteriore settimana di cassa sintomo che, purtroppo, siamo in presenza di un rallentamento delle produzioni nello stabilimento di Grugliasco, dove i volumi si sono già fortemente ridotti tra il 2014 e il 2016, passando da 36 mila vetture a poco più di 23 mila. Ci auguriamo che sia un episodio circoscritto e non l’inizio di un nuovo periodo di utilizzo massiccio dell’ammortizzatore sociale.
Anche per questo diventa sempre più urgente far arrivare un nuovo modello per il Polo del lusso Torinese, e specificatamente a Mirafiori, nonché iniziare a ipotizzare un piano per Grugliasco, accelerando intanto i tempi di restyling degli attuali modelli, Ghibli e Quattroporte

Ultima modifica: 7 gennaio 2018

In questo articolo