Quantcast
Coltivano marijuana in casa e il figlio di 15 anni la spaccia a scuola

E’ stata messa a segno dai carabinieri un’importante operazione antidroga tra le province di Cuneo ed Asti, culminata con la denuncia di un minore, l’arresto della madre e del suo compagno con l’accusa dei reati di concorso in detenzione ai fini di spaccio e coltivazione di sostanze stupefacenti.

Il tutto è iniziato prima dell’ingresso a scuola ad Alba dove i carabinieri, in collaborazione con le unità cinofile della Polizia Penitenziaria di Asti, in pieno accordo con i dirigenti scolastici, stavano eseguendo controlli per prevenire la diffusione delle sostanze stupefacenti tra gli studenti. Presso un istituto superiore scolastico albese i cani antidroga della Polizia Penitenziaria hanno fiutato con insistenza lo zaino di uno studente al cui interno i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato in totale 12,5 grammi di marijuana e 5 grammi di hashish, già suddivisi in dosi e pronte per lo spaccio. Il ragazzo, un 15enne abitante in provincia di Asti, è stato poi accompagnato in caserma e denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Torino per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Immediatamente però l’attenzione dei militari dell’Arma si è sposta a Villanova d’Asti dove il minore indagato abita con la madre ed il compagno di lei al fine di estendere la perquisizione per la ricerca di ulteriori sostanze stupefacenti illecitamente detenute. Qui i carabinieri di Alba, che hanno operato insieme ai colleghi della Compagnia di Villanova d’Asti, hanno sequestrato altre dosi di marijuana ed hashish nella stanzetta del minore per un totale di altri 12 grammi. Ma la sorpresa dei carabinieri di Alba e Villanova d’Asti è arrivata subito dopo quando, scesi nella cantina della casa dove la coppia abita (madre del ragazzo 42enne di Torino e convivente 41enne di Sanremo) hanno rinvenuto una vera e propria serra domestica, attrezzata di tutto punto, per la coltivazione della marijuana. Sono stati infatti sequestrate una quarantina di piante, alcune altre sino a mt. 1,20 ed altre messe da poco a dimora, numerosi semi di canapa indiana, 220 foglie di marijuana già essiccate e pronte per essere spacciate, lampade alogene, due deumidificatori per creare il clima necessario allo sviluppo delle piante, terriccio e concimi speciali, quattro grinder per triturare le foglie di marijuana e vario materiale atto al trattamento e confezionamento della droga.

La coppia, su disposizione del P.M. della Procura della Repubblica di Asti, è stata arrestata e condotta in carcere (la donna alle Vallette di Torino e l’uomo a Quarto d’Asti), nel frattempo però le indagini sul loro conto e sul minore da parte dei carabinieri delle Compagnie di Alba e Villanova d’Asti sono tuttora in corso per delineare meglio l’entità dell’attività illecita di coltivazione e spaccio di droga dai tre posta in essere in ambito scolastico.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: ,