Quantcast
Ultimo aggionamento: 23-06-2017 - 23:52 | Oggi: incidente juventus furto incendio maltempo
Fermato su un treno per Parigi con 350 orologi importati illegalmente

Durante i controlli a bordo del treno Euro Night 220 diretto a Parigi, la presenza di un cittadino giapponese con al seguito quattro pesanti valigie ha attirato l’attenzione dei Finanzieri in servizio. All’interno delle valigie sono stati trovati 350 orologi di altissimo valore tutti usati ma, in perfette condizioni e con relativi certificati di garanzia; 334 Rolex, 14 Omega, 1 Patek Philipp, 1 Bulgari.

A nulla sono valse le preliminari e vaghe giustificazioni addotte, ovvero, l’acquisto da un non precisato privato cittadino in Milano. La dimostrata mendacità dei documenti di acquisto dei suddetti orologi e la mancanza di indicazioni precise sul fornitore, hanno costretto il cittadino giapponese H. K. le iniziali, a confessare, ai militari inquirenti, che gli orologi erano importati, in realtà, dal Giappone dove lo stesso è titolare di un’attività di vendita di beni usati.

Probabilmente il suo viaggio in Europa era finalizzato alla ricerca di potenziali clienti, ciò, lo si è evinto anche dal ritrovamento di un’agenda che aveva con sé. L’attività ha portato al sequestrato dell’ingente merce ed alla denuncia del cittadino giapponese per contrabbando.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gli orologi, tutti muniti di regolare garanzia e non provenienti da furto in Italia, dopo il sequestro sono stati periziati da parte di tecnici delle case madri, che hanno stabilito un valore di oltre 1.200.000,00 Euro per i Rolex; di rilievo inoltre è risultata la stima del Patek Philippe, per il quale è stato stabilito un valore di 38.650,00 Euro.

I diritti di confine evasi ammontano ad oltre 280.000,00 euro e le relative sanzioni saranno calcolate da 2 a 10 volte i diritti evasi.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: