L’ultimo tuffo di Tania Cagnotto a Torino: “Dove tutto ebbe inizio, ora finirà”



L’addio ai tuffi a Torino, la città che ha dato i natali ai nonni e al papà. Dove ha conquistato la prima tripletta d’oro agli Europei. Sarà nella città all’ombra della Mole che Tania Cagnotto, la più grande tuffatrice italiana di tutti i tempi, la prima donna italiana ad aver conquistato una medaglia mondiale nei tuffi e l’unica ad aver vinto una medaglia d’oro, farà l’ultimo tuffo.  A Torino, “dove tutto ebbe inizio, ora finirà”, ha spiegato la Cagnotto in un’intervista a La Gazzetta dello Sport.

A Torino la Cagnotto si tufferà da 1 metro, per ricordare il titolo iridato di due anni fa a Kazan.

Un addio senza rimpianti, però. Tutt’altro. Nel futuro della Cagnotto potrebbe esserci quello di allenatrice: “Vorrei trasmettere la mia esperienza e dedicarmi ad altro – spiega -. Vorrei cominciare magari ad allenare i ragazzini ma non penso al ruolo di allenatore ufficiale da nazionale per ora”.

 

 

 

 

Ultima modifica: 7 gennaio 2018

In questo articolo