Quantcast
Ultimo aggionamento: 28-04-2017 - 08:53 | Oggi: torino violenza alle donne furto rapina lingotto incidente gtt
Zombi musicato dal vivo al Regio apre Sottodiciotto Film Festival

Con l’edizione in svolgimento dal 31 marzo al 7 aprile 2017, Sottodiciotto Film Festival & Campus – organizzato da Aiace Torino e da Città di Torino (Direzione Cultura Educazione e Gioventù e ITER – Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile) – compie diciotto anni: un traguardo importante.

Nata nel 2000 da un’intuizione vincente – dedicare al mondo degli audiovisivi prodotti dalle classi scolastiche, dalle elementari alle superiori, un festival specifico, con un concorso unico in Europa – la manifestazione nel tempo si è via via ampliata. Il Festival “fatto da e per i ragazzi” è cresciuto e si è arricchito, è diventato una panoramica a largo raggio della cultura giovanile declinata dal cinema, arrivando poi ad abbracciare dallo scorso anno altri media come la televisione, la letteratura, la musica, il fumetto, i videogame, il web: un allargamento del campo di interesse e di esplorazione delle molteplici forme espressive in sintonia con le poliedriche modalità di fruizione sia del cinema, sia della cultura in generale da parte delle nuove generazioni, che ha segnato e segna anche nell’edizione della maggiore età un’evoluzione costante della manifestazione.

La XVIII edizione di Sottodiciotto Film Festival & Campus si apre, sabato 1° aprile, con la serata al Teatro Regio (ore 21) intitolata “Creature della catastrofe. Gli zombie, un mito moderno” e organizzata in collaborazione con Biennale Democrazia e Todays Festival. Nell’occasione sarà proiettato il capolavoro di George A. Romero Zombi (Dawn of the Dead), uscito nel 1978, con la sonorizzazione dal vivo dei Claudio Simonetti’s Goblin. Alla serata parteciperanno lo stesso Dario Argento, nella sua veste di coproduttore del film – che all’epoca tanto si adoperò, anche intervenendo sul montaggio, per l’uscita e il successo sul mercato europeo del capolavoro di Romero – il direttore di Sottodiciotto & Campus Steve Della Casa e lo storico della comunicazione Peppino Ortoleva.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sottodiciotto Film Festival e Campus sarà anche (ma trovate tutti i dettagli sul sito):

Anteprime e inediti selezionati dalla più recente produzione internazionale: il ritorno del re dell’animazione indie Bill Plympton con Revengeance, le storie di formazione al Nord e al Sud del mondo di Little Men di Ira Sachs e Timgad di Fabrice Benchaouche, l’ex maghetto Harry Potter Daniel Radcliffe nella parte del cadavere multiuso nel surreale Swiss Army Man dei “Daniels”, il mondo dei giovanissimi internet-addicted di Screenagers di Delaney Ruston, Bulli a metà, lungometraggio d’esordio di Davide Mogna, autore nel Concorso di Sottodiciotto Film Festival 2015.

Buon compleanno, “Boris”! A dieci anni dall’esordio della serie cult, tanto amata dai giovanissimi di ieri e di oggi, creatori e interpreti si riuniscono al Festival per i festeggiamenti ufficiali di uno dei grandi successi della tv italiana: con proiezione di materiali inediti

Bentornata, Pimpa! L’amatissima cagnolina a pois sta per andare di nuovo in tv, ma prima, accompagnata da “papà” Altan, fa tappa a Sottodiciotto per una grande festa con tutti i suoi piccoli fan, che potranno vedere in anteprima assoluta otto episodi della nuova serie “Pimpa giramondo”

Omaggio ad Abbas Kiarostami e al suo cinema poetico di cui l’universo dei bambini è stato assiduo protagonista: il Festival ricorda il regista iraniano scomparso l’anno scorso con la prima italiana della versione restaurata di Close-Up

Cartoni oltre Cortina: a cent’anni dalla Rivoluzione d’Ottobre, una retrospettiva di cortometraggi realizzati in Cecoslovacchia, Polonia e Jugoslavia tra gli anni ’50 e ’80 del Novecento è l’occasione per riscoprire talenti e piccoli capolavori che, tra tradizione e sperimentazione, hanno fatto la storia del cinema d’animazione

Generazione Sottodiciotto: usciti dagli archivi, i film realizzati da bambini e ragazzi che hanno vinto i concorsi in questi diciotto anni di Festival raccontano come è il nuovo millennio visto dai millennial e quali sono stati i cambiamenti generazionali avvenuti nell’arco di un ventennio

E ancora, le proiezioni in collaborazione con i tanti amici del Festival: In the 7th Nation con Save the Children per la campagna contro la povertà educativa, Jane Wants a Boyfriend, commedia romantica sulla “neurodiversità” con CinemAutismo, Deep Purple. From Here To inFinite – The Movie, incontro ravvicinato con Ian Gillan e compagni aspettando il loro nuovo album, con Seeyousound International Music Film Festival e EarMusic

Un omaggio non convenzionale a Walter Santesso, il Paparazzo de La dolce vita di Fellini che, dopo aver fatto l’attore e aver dato il suo nome alla categoria dei fotografi d’assalto, è passato dietro la macchina da presa dirigendo film per, e con, bambini e ragazzi

Wiki Campus: con il Corso di Laurea in DAMS dell’Università degli Studi di Torino e Il Circolo dei lettori, le “lezioni” aperte a tutti che affrontano il tema dei rapporti tra letteratura e cinema nel terzo millennio

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: