Sabato 13 maggio al Palazzetto dello Sport di Bene Vagienna, l’assemblea ordinaria dei soci di Bene Banca



Sabato 13 maggio alle ore 14, presso il Palazzetto dello Sport di Bene Vagienna, avrà luogo l’assemblea ordinaria dei soci di Bene Banca Credito Cooperativo di Bene Vagienna. L’ordine del giorno dell’assemblea prevede anche  l’approvazione del bilancio 2016, la delibera di adesione ad un gruppo bancario cooperativo in seguito alla riforma del credito cooperativo e il rinnovo delle cariche sociali.

Per il rinnovo delle cariche sociali i soci del credito cooperativo possono scegliere tra due liste e un candidato singolo.

La prima lista candida alla presidenza Elio Panero , con altri quattro componenti dell’attuale Cda: Claudia Borra, Elia Dogliani, Guglielmo Giriodi di Monastero, e Marco Taricco e quattro nuovi candidati : Marco Ballatore,  Marco Garello, Matteo Giaccardi e Cristina Luciana Maria Pia Ginisio.

La candidatura singola riguarda Riccardo Fotia.

La seconda lista candida alla presidenza Stefano Aragno e alla carica di consigliere Silvia Sarotto , Niccolino Sagliocco, Giovanni Becchio, Luciano Lanzillo, Ezio Bruno, Giovanni Bogetti , Mauro Milanesio e Sergio Zorniotti .

Il programma della seconda lista

  1. Riscoprire il ruolo fondamentale del socio (i soci sono gli unici e sovrani proprietari della Banca di credito cooperativo).
  2. Riattivare i benefici e le agevolazioni pre-esistenti (assicurazione caso morte, piena vigenza del rimborso ticket sanitari, vantaggi bancari ed extra bancari) il tutto in ogni caso nel rispetto della normativa e della sana e prudente gestione della banca, con la finalità esclusiva di restituire dignità e considerazione allafigura del socio, nonché per favorire l’ingresso nella compagine di nuovi elementi.
  3. Garantire parità di trattamento a tutti i Soci, volendo ridurre al minimo se non eliminare del tutto i disservizi legati al mancato riacquisto delle quote sociali, operatività da condurre nel pieno rispetto della normativa vigente.
  4. Analisi ed introduzione, anche in via graduale, della “mutua del socio”, mediante una vera e propria attività in ambito socio-sanitario, di sensibilizzazione e prevenzione, in collaborazione con istituzioni pubbliche e private con cui siglare delle convenzioni a vantaggio dei soci, promuovendo iniziative finalizzate a migliorare la qualità della vita della popolazione.
  5. Adozione come stella polare in tutte le iniziative del principio della meritocrazia , in primis nella valutazione sia dell’opera dei collaboratori (personale dipendente), sia delle richieste di sponsorizzazione e beneficenza (con un occhio di riguardo alle associazioni no profit ed alle pro-loco), che nella richiesta di assistenza finanziaria (prestiti e fidi).
  6. Ricerca della massima trasparenza nell’operato, con piena disponibilità al dialogo ed al confronto con la compagine sociale, cui rendere conto sempre, e non solo in occasione dell’appuntamento annuale dell’Assemblea.
  7. Garantire una piena e puntuale attività di consulenza ed aggiornamento a 360 gradi alle imprese operanti nel Territorio, favorendo il dialogo tra gli imprenditori promuovendo accordi e convenzioni con Organismi Internazionali, Istituti di Ricerca ed Associazioni Nazionali di Categoria (CCIAA, Notai, Commercialisti, ecc.).
  8. Favorire e stimolare la nascita di idee imprenditoriali, con un occhio di riguardo ai giovani che si affacciano al mondo del lavoro, attraverso la promozione di un vero e proprio Laboratorio (LAB) che sia un incubatore ed uno sviluppatore di intuizioni e progetti aziendali da coltivare, migliorare ed affinare, contribuendo alla realizzazione delle idee meritevoli.
  9. Favorire la nascita e la crescita di un “Comitato Giovani Soci” per agevolare l’ingresso nella compagine delle nuove leve per garantire un lungo e prospero futuro alla nostra Banca.
  10. Riduzione dei costi degli amministratori con la nomina di un solo vice presidente in luogo dei due vicoggi in carica.

Ultima modifica: 6 gennaio 2018

In questo articolo