Mappano: storia della nascita di un nuovo comune a partire da quattro frazioni



L’11 giugno 2017 ci saranno le elezioni amministrative e Mappano dovrebbe parteciparvi, essendo stato istituito comune il 25 gennaio 2013. Fino a quel momento sarà presente un commissario prefettizio.

Il territorio di Mappano è stato una frazione dei comuni di Caselle Torinese, Borgaro Torinese, Settimo Torinese e Leini e da tempo, ormai, con i suoi circa 8000 abitanti, ne chiede l’indipendenza.

Nel corso degli anni sono stati presentati ricorsi dai comuni di origine e, proprio in questi giorni, i comuni di Leini e Borgaro hanno indetto un consiglio comunale in cui è stata approvata una delibera che chiede l’abrogazione della legge regionale che ha istituito il comune di Mappano.

L’intento, nel caso in cui la regione non accogliesse la richiesta di abrogazione, è quello di trovare una soluzione che permetta al nuovo comune di nascere e, allo stesso tempo, di non recare danni ai bilanci dei comuni cedenti.

Ad oggi presso il comune di Mappano sono attivi esclusivamente i servizi demografici (anagrafe, stato civile) e l’ufficio elettorale per la gestione del procedimento elettorale, mentre tutti gli altri servizi rimangono responsabilità dei comuni di provenienza.

Una volta eletta la prima amministrazione, essa provvederà a redarre lo statuto, attiverà tutti i servizi e Mappano diventerà, quindi, comune a tutti gli effetti.

Ultima modifica: 6 gennaio 2018

In questo articolo