Quantcast
La storica emigrazione degli Aleramici in Sicilia

Il Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” ha avviato un interessante progetto relativo alla migrazione degli Aleramici in Sicilia, cominciata a partire dalla fine dell’XI secolo, che portò migliaia di Lombardi nella Sicilia dei Normanni.

Inizialmente il termine di Lombardi (con cui, come noto, in epoca medievale si identificavano gli abitanti dell’attuale Italia Nordoccidentale) appariva improprio, in quanto la migrazione verso l’allora fertile Sicilia, sembrava riguardare esclusivamente gli abitanti dei territori dell’antica Marca Aleramica (Langhe, Monferrato e Savonese) ma, ulteriori approfondimenti, hanno permesso di identificare che il flusso migratorio interessò anche altri territori: l’Alessandrino, il Tortonese e l’Oltrepò… in particolare durante il periodo “siciliano” dell’imperatore Federico II di Svevia, consorte dell’Aleramica Bianca Lancia.

I Marchesi del Monferrato stanno quindi perfezionando e ampliando il progetto iniziale che sarà patrocinato dalle regioni Piemonte, Liguria e Sicilia e che prevede una serie di incontri nei territori interessati: già fissato il primo incontro che si terrà a San Fratello (ME) il 21 ottobre; mentre sono previste iniziative nelle Langhe (grazie al sostegno dell’Associazione de I Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato) e nel Savonese (grazie al sostegno della Società Savonese di Storia Patria). Il progetto è sostenuto anche dall’Associazione Italia Medievale, dall’Osservatorio del Paesaggio per il Monferrato e l’Astigiano e dall’Osservatorio del Paesaggio Alessandrino, mentre ulteriori patrocini sono in fase di acquisizione.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: