Quantcast
Continuano a Torre Pellice i lavori del Sinodo Valdese 2017: in evidenza le famiglie, l’eutanasia, l’ecumenismo

Continua a Torre Pellice fino al 25 agosto 2017 il Sinodo della Chiesa Evangelica Valdsede che si è aperto il 20 agosto. La predicazione del pastore Ferrario che ha inaugurato il Sinodo è stata centrata su un appello alla conversione: “riorientare la propria esistenza alla nuova realtà dell’evangelo è stata la prima parola pronunciata dalla Riforma protestante”.
I deputati dell’assise protestante si sono riuniti presso il tempio di via Beckwith dove si è tenuto il culto inaugurale, presieduto dal pastore Fulvio Ferrario, decano della Facoltà valdese di Teologia. Durante il culto sono stati consacrati al ministero cinque nuovi pastori e pastore.
Al culto era presente il vescovo di Pinerolo Derio Olivero, accompagnato dal suo predecessore Pier Giorgio Debernardi e da numerosi rappresentanti di chiese evangeliche italiane e straniere.

I lavori sinodali sono entrati nel vivo domanicon la lettura della relazione della Commissione d’esame che nel mese d’agosto ha valutato l’operato della Tavola valdese organo esecutivo dell’Unione delle chiese metodiste e valdesi. Tra i temi previsti, il Cinquecentenario della Riforma, le nuove famiglie, l’eutanasia, l’ecumenismo.

Lunedì 21 agosto si è svolto un evento pubblico dal titolo “Il futuro della Riforma” presso il tempio di Torre Pellice, moderato dal politologo Paolo Naso con la partecipazione dello storico Alberto Melloni, il direttore dell’Ufficio nazionale ecumenismo e dialogo della CEI, don Cristiano Bettega, i teologi Marinella Perroni e Fulvio Ferrario.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , ,