Quantcast
Esce in sala “Dove non ho mai abitato”, realizzato con Fip e FCTP: 950 mila euro di ricaduta sul territorio

“Dove non ho mai abitato” di Paolo Franchi – prodotto da Pepito Produzioni con Rai Cinema in collaborazione con Gran Torino Productions, in associazione con Altec spa, con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – uscirà giovedì 12 ottobre nelle sale italiane con la distribuzione di Lucky Red.

Il film – interamente realizzato a Torino e dintorni tra febbraio e marzo 2016 per un totale di 7 settimane – ha ricevuto il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e la consulenza di FIP Film Investimenti Piemonte sul tax credit esterno attraverso il finanziamento di Altec S.p.A., centro di eccellenza italiano per la fornitura di servizi a supporto ingegneristico e logistico alla Stazione Spaziale Internazionale e per lo sviluppo delle missioni di esplorazione planetaria.

Paolo Tenna, AD di FIP dichiara: “Dopo oltre 5 milioni di euro raccolti da FIP a favore di produzioni realizzate in Piemonte, le riprese all’interno di questa location “spaziale” sono un ulteriore esempio di come il tax credit possa rappresentare un prezioso valore aggiunto sia per le aziende che investono nel Cinema sia per il contesto narrativo e scenografico di una pellicola. Grazie infatti ad un’originale attività di location placement, attentamente pianificata già in fase di scrittura della sceneggiatura, è stato possibile offrire ad Altec un’innovativa forma di visibilità, raccontata mediante il potente linguaggio delle immagini cinematografiche, attribuendo al tempo stesso al film il fascino e la magia di un luogo ancora poco conosciuto al pubblico e motivo di grande orgoglio per la nostra città.”

“Le aspettative della vigilia sono state ampiamente confermate – afferma Paolo Damilano, Presidente di FCTP – poiché il film restituisce una Torino innovativa che, attraverso i due architetti protagonisti del film Emanuelle Devos e Fabrizio Gifuni ci immerge in location suggestive legate all’ingegneria aerospaziale e al mondo del design: se si pensa che proprio in questi giorni Torino è Città mondiale del design e ospita l’assemblea generale della World Design Organization direi che il film arriva in sala davvero nel momento migliore”

Le riprese del film hanno garantito a Torino e al Piemonte una sostanziosa ricaduta economica e occupazionale, pari a 950.000 € circa. Numerose le location utilizzate, come il ristorante “La Smarrita”, il Museo Ettore Fico, l’Ospedale San Luigi, l’Aeroporto di Caselle, il Castello del Valentino solo per citarne alcune. La metà della troupes del film era composta da professionisti locali, tra cui lo scenografo Giorgio Barullo, l’operatore Gianni Aldi, l’aiuto regista Alessandro Tonda e il casting (piccoli ruoli) di Luana Velliscig e Antonella Cirillo, oltre al Location manager Federico Fusco. Da segnalare anche il prezioso coinvolgimento del Comune di Avigliana dove si sono svolti diversi giorni di riprese in quella che è la villa principale del film”.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: ,