Per punizione costringeva la figlia di pochi mesi a stare sotto il getto gelido della doccia



Quando la figlia di pochi mesi  piangeva o faceva capricci, la infilava sotto il getto gelido della doccia per punizione. Protagonista è un uomo di  47 anni residente a Ivrea che è finito alla sbarra, in tribunale a Ivrea,  per   per maltrattamenti in famiglia.

E’ stata la moglie che, dopo due anni di maltrattamenti (dal 2008 al 2010) ha deciso di denuncialo. I due si sono conosciuti a un meeting della San Vincenzo, associazione cattolica che si occupa dei poveri.

Per il 2018 dovrebbe concludersi il processo.

 

 

Ultima modifica: 23 marzo 2018

In questo articolo