Quantcast
Via Montanaro, i residenti vittime del degrado e dei tossici: “Siamo all’esasperazione, nessuno ci aiuta”

Sporcizia lasciata per strada. Un ritrovo per tossici che si bucano a pochi metri dal giardino dove giocano i bambini e che alla sera si trasforma in un dormitorio. E’ la fotografia della zona intorno all’Asl di via Montanaro,  nel quartiere Barriera di Milano che, dalle 19,30 di sera, alla chiusura dell’Asl, si trasforma in un ghetto che attira i tossici della zona e diventa l’incubo dei residenti.

“C’è gente che aspetta la chiusura dell’Asl per potersi mettere sulle grandinate – spiegano alcuni residenti -.  Chiamiamo la sera almeno 5/6 volte il numero unico e addirittura la centralinista ci riconosce senza che diamo i nostri nomi. Siamo minacciati da individui che vogliono fare uso di sostanze in un suolo pubblico. Siamo allo stremo”.

Non un caso singolo ma una consuetudine. E forte si alza il grido di aiuto dei residenti. Ogni mattina, ci spiegano, “gli operatori che fanno le pulizie sono senza parole dallo schifo. Sono costretti a pulire dalle 6 del mattino prima che arrivi la gente. E puntualmente la sera si ripropone la stessa storia”.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram