ARCI Torino: Non spegnete la città



Riceviamo e pubblichiamo un comunicato di ARCI Torino, approvato durante l’Assemblea dei Circoli del Comitato.

“ARCI Torino sostiene la nascita e la crescita di decine di circoli e spazi sociali no profit, radicati in tutti i quartieri della città, nei quali tutte le generazioni hanno avuto la possibilità di accedere a un’offerta artistica e culturale varia.

Sono realtà che colmano le lacune della proposta culturale “istituzionale” e hanno sempre svolto il fondamentale ruolo di antenne di rigenerazione urbana, di strumenti di coesione sociale e di protagonismo.

Se Torino negli ultimi vent’anni è stata una delle città italiane in cui la produzione culturale indipendente ha avuto un ruolo significativo di rinnovamento urbano e innovazione artistica, attualmente le cronache giornalistiche, oltre che la nostra esperienza quotidiana, ci parlano di tanti problemi che stanno minacciando le attività di molti spazi associativi indipendenti.

Alcuni hanno chiuso, altrettanti rischiano di farlo.

Nonostante i buoni propositi, stiamo continuando ad assistere ad una preoccupante assenza di politiche culturali in favore delle pratiche di “cultura diffusa e popolare”.

“L’Assemblea dei Circoli ARCI del Comitato di Torino, esprime la propria forte preoccupazione e impegna la Presidenza del Comitato nel sottoporre urgentemente all’attenzione della Sindaca le nostre preoccupazioni e di continuare ad avanzare proposte che tentino di risolvere i tanti problemi che le associazioni stanno attraversando” – riporta l’Ordine del Giorno.

“Crediamo che, senza urgenti interventi dell’amministrazione comunale e della Città Metropolitana, Torino e la provincia siano destinati a spegnersi.” – dichiarazione di Andrea Polacchi

“Il dibattito pubblico in questi mesi ha affrontato spesso il tema della socialità solo attraverso le lenti dell’ordine pubblico e della sterile querelle movida si – movida no. Come ARCI pensiamo che servano urgentemente nuove politiche culturali in grado di incentivare la creazione di spazi di socialità indipendenti e non a scopo di lucro e di sostenere quelli esistenti, già presenti in forma diffusa sul territorio. Siamo a disposizione per coprogettare con l’amministrazione nuove politiche, speriamo che la Sindaca dimostri attenzione a queste istanze.” dichiara Andrea Polacchi, Presidente ARCI Torino

Ultima modifica: 16 aprile 2018

In questo articolo


Partecipa alla conversazione