Si cercano giovani ambasciatori e ambasciatrici del Consiglio Regionale del Piemonte



Dopo il successo della prima edizione, che ha visto partecipare quasi 500 ragazzi e ragazze, il Consiglio regionale e l’Ufficio scolastico regionale rinnovano l’impegno nell’innovativo progetto formativo che intende diffondere la conoscenza delle tematiche promosse dall’Assemblea legislativa piemontese attraverso le sue diverse articolazioni.

Potranno partecipare alla seconda edizione del nuovo modello di alternanza scuola-lavoro, per l’anno scolastico 2018-19, gli studenti e le studentesse delle classi terze, quarte e quinte degli istituti superiori piemontesi. Gli allievi dovranno approfondire a scelta un tema al centro dell’attività dei diversi organi e organismi del Consiglio regionale: dalla cittadinanza attiva alla cultura della legalità, dalla lotta alle discriminazioni al contrasto del cyberbullismo, dalla promozione di sani e corretti stili di vita alla difesa dei diritti dei cittadini nei confronti della Pubblica amministrazione, solo per citare alcuni esempi. Le ragazze e i ragazzi che, grazie alla validità dell’elaborato finale – certificato dal sigillo dell’Ente – saranno insigniti del titolo di “ambasciatrici e ambasciatori del Consiglio regionale”, trasmetteranno le conoscenze e competenze acquisite agli alunni più giovani, delle scuole primarie e secondarie di primo grado, attraverso il metodo dell’ “educazione tra pari” e dell’ “apprendimento cooperativo”.

Sul sito del Cosiglio è pubblicato il bando con i dettagli per la partecipazione, la scheda da compilare per inviare la proposta di progetto e la convenzione che l’istituto scolastico firmerà, una volta che il Consiglio avrà verificato la conformità della proposta formulata.

Ultima modifica: 11 luglio 2018

In questo articolo


Partecipa alla conversazione