Aggressione a Daisy, la procura di Torino indaga per lesioni senza motivi razziali



I carabinieri di Torino, che stanno indagando sull’aggressione a Daisy Osakue, l’atleta italiana colpita da un uomo in faccia a Moncalieri, hanno trasmesso alla Procura della Repubblica di Torino gli atti relativi all’indagine.

Il fascicolo contro ignoti è affidato alla pm Patrizia Caputo e il reato ipotizzato è quello di lesioni. Nelle prossime ore il pm (che è fuori città) incontrerà i carabinieri che hanno portato avanti l’indagine per definire come procedere. Non compare l’aggravante del gesto per motivi razziali.

Precedenti aggressioni con le stesse modalità e compiute probabilmente dalla stessa auto porterebbero infatti i carabinieri ad escludere l’aggravante di motivazioni razziste, ma la ragazza rimane convinta che domenica sera sia stata scelta lei come obiettivo a causa del colore della sua pelle.

Ultima modifica: 1 agosto 2018

In questo articolo


Partecipa alla conversazione