Numero Unico 112, sindacati di polizia, vigili del fuoco e infermieri chiedono dimissioni di Bono



Riceviamo e pubblichiamo un comunicato congiunto dei sindacati Nursind (professioni infermieristiche), CONAPO, UIL PA VVF, CONFSAL, FNS CISL (vigili del fuoco), SIULP, SIAP (polizia di stato) relativo alle polemiche sul numero unico 112 esplose nuovamente in seguito all’episodio di Torino.

L’aggressione avvenuta ai danni di due donne nel centro di Torino è l’ennesimo disservizio legato al funzionamento del NUE 112 italiano, un fatto di gravità inaudita che avrebbe potuto avere conseguenze irreparabili. Questo episodio conferma quanto abbiamo denunciato da tempo, l’allungamento dei tempi porta inevitabili problemi ed in questo caso è un favore alla criminalità. Non abbiamo dimenticato i toni trionfalistici proferiti dai vertici istituzionali delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco e della Sanità in un convegno tenutosi a Roma su questo scandaloso modello organizzativo, costoro dovrebbero chiedere scusa, tutti senza eccezione. La santificazione del 112 così com’è strutturato è già di per sé irresponsabile ma la colpevolizzazione delle vittime (autrici secondo il responsabile del NUE piemontese, di scarsa collaborazione durante la chiamata), è davvero intollerabile. Nell’esprimere la nostra piena e incondizionata solidarietà alle due vittime di questo atto criminale chiediamo le dimissioni immediate del responsabile del NUE Danilo BONO, tra i maggiori artefici di questo disastro.

Ultima modifica: 7 agosto 2018

In questo articolo


Partecipa alla conversazione