Seggiolino auto salva-bebé, l’inventore 19enne torinese scrive al ministro Toninelli: “A noi nessun riconoscimento”



“Buongiorno signor Ministro Danilo Toninelli, sono uno studente di 19 anni di Torino. Ho visto il servizio giornalistico sul TG5 nel quale lei illustrava il dispositivo per i seggiolini auto salva-bebé. Voglio solo portarla a conoscenza che quel dispositivo è stato inventato da me e da un mio compagno in occasione di un bando sulla sicurezza stradale sponsorizzato dalla regione Piemonte”.

E’ l’esordio del messaggio che Lorenzo Bergadano, 19enne studente torinese di informatica, ha inviato al ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, chiedendogli che gli venga attribuita (insieme ai suoi compagni) perlomeno la proprietà intellettuale del sistema.

Continua Bergadano: “Il nostro dispositivo ha partecipato anche ad un concorso indetto dalla Samsung, la quale lo ha usato per una parteniship con Chicco.
Questo mio messaggio è per sottolineare che noi giovani ci impegniamo per migliorare il nostro futuro ma non ci viene riconosciuto nulla, né a livello economico, ma molto più importante, né a livello morale.  A conferma di quello che le sto dicendo le allego gli articoli di giornale e i servizi giornalistici.

RingrazindoLa per la sua attenzione, la saluto cordialmente”.

Ultima modifica: 10 agosto 2018

In questo articolo


Partecipa alla conversazione