Ultimo aggionamento: 29-07-2015 - 21:29 | Oggi: degrado cassa integrazione glbt via roma parchi

Anna Carrer, presidente provinciale del movimento “Donne Impresa” della sezione astigiana di Confartigianato, a confronto, sull’economia nazionale dal punto di vista femminile, con Edgarda Fiorini e Giuseppina Miele, rispettivamente presidente nazionale e suo vice della stessa associazione di categoria professionale.  Insieme ad Angela Motta e Mariangela Cotto, consigliere provinciali, si è fatto il punto della situazione imprenditoriale durante una tavola rotonda intitolata “L’economia delle donne”, sia a livello regionale, sia locale. Carrer ha sottolineato  come il sistema imprenditoriale al femminile, nel contesto delle imprese artigiane, nella provincia di Asti, rappresenti uno spaccato variegato e rilevante in termini numerici, ovvero di imprese iscritte, ed economico-occupazionale. “Essere imprenditrice o imprenditore - sostiene Carrer - oggi certamente non è facile, il peso della burocrazia e della gestione delle aziende non fa altro che accentuare le difficoltà e,  spesso scoraggia lo spirito di iniziativa, inoltre irrisolta appare ancora la piena consapevolezza da parte della legislazione del ruolo sociale della donna imprenditrice, in misura trasversale tra ciò che rappresenta l’universo femminile, a partire dalla famiglia e conseguentemente dal momento in cui si intraprende un’attività. Nonostante uno scenario pieno ancora di criticità che la crisi economica di questi anni ha ulteriormente accentuato, noi imprenditrici siamo ancora forti, concrete e mai disilluse, abbiamo voglia di fare la nostra parte e siamo sempre più convinte che perseverando otterremmo il risultato e i nostri obiettivi”.

Anna Carrer, presidente provinciale del movimento “Donne Impresa” della sezione astigiana di Confartigianato, a confronto, sull’economia nazionale dal punto di vista femminile, con Edgarda Fiorini e Giuseppina Miele, rispettivamente presidente nazionale e suo vice della stessa associazione di categoria professionale.  Insieme ad Angela Motta e Mariangela Cotto, consigliere provinciali, si è fatto il punto della situazione imprenditoriale durante una tavola rotonda intitolata “L’economia delle donne”, sia a livello regionale, sia locale. Carrer ha sottolineato  come il sistema imprenditoriale al femminile, nel contesto delle imprese artigiane, nella provincia di Asti, rappresenti uno spaccato variegato e rilevante in termini numerici, ovvero di imprese iscritte, ed economico-occupazionale.

“Essere imprenditrice o imprenditore – sostiene Carrer – oggi certamente non è facile, il peso della burocrazia e della gestione delle aziende non fa altro che accentuare le difficoltà e,  spesso scoraggia lo spirito di iniziativa, inoltre irrisolta appare ancora la piena consapevolezza da parte della legislazione del ruolo sociale della donna imprenditrice, in misura trasversale tra ciò che rappresenta l’universo femminile, a partire dalla famiglia e conseguentemente dal momento in cui si intraprende un’attività. Nonostante uno scenario pieno ancora di criticità che la crisi economica di questi anni ha ulteriormente accentuato, noi imprenditrici siamo ancora forti, concrete e mai disilluse, abbiamo voglia di fare la nostra parte e siamo sempre più convinte che perseverando otterremmo il risultato e i nostri obiettivi”.


TAGS: ,