Quantcast
Apre ad Asti la mostra Omaggio a Pastrone

Dal 20 maggio al 1 ottobre 2017 al Palazzo Alfieri di Asti sarà aperta la mostra “Omaggio a Pastrone” – Poetica degli effetti speciali. Da Pastrone a Spielberg passando per il medieoevo”. Si tratta di un percorso dedicato alla figura di Giovanni Pastrone e al suo ruolo all’interno del cinema.

Il progetto “Omaggio a Pastrone” nasce dall’incontro tra l’Assessorato alla Cultura di Asti e l’Associazione Aurea e dal ruolo che quest’ultima ha avuto sia nella definizione dei contorni e della struttura del progetto sia nella gestione della cessione a titolo gratuito al Comune di Asti di un fondo di apparecchi cinematografici da ripresa e proiezione, accompagnato da una documentazione iconografica consistente, di un collezionista torinese, Sergio Chiambaretta.

La collezione ceduta, parte dalle lanterne magiche della fine dell’800 per arrivare fino agli anni 60 per un totale di più di 200 pezzi.

Il focus del progetto, è costituito proprio dalla figura di Giovanni Pastrone, cittadino di Asti, dai suoi film e in particolare da Cabiria. Nella collezione sono presenti due pezzi unici al mondo: una delle cineprese usate per girare Cabiria e una cinepresa fatta modificare da Segundo de Chomon, direttore della fotografia del film, con cui furono realizzati alcuni degli effetti visivi di Cabiria.

“Omaggio a Pastrone” è un’iniziativa volta alla valorizzazione del ruolo che ha avuto Giovanni Pastrone nella fase di passaggio dall’epoca pionieristica del cinema, simbolicamente rappresentata dai fratelli Lumiere e da George Meliès, a quella della cinematografia industriale segnata da quanti, fra gli altri, oltre a Pastrone contribuirono, in quegli anni, a rendere stabile il cammino della settima arte: Griffith , Ince, Murnau, Ėjzenštejn, Gance, Dreyer, Lang.

Omaggio a Pastrone
Poetica degli effetti speciali da Pastrone a Spielberg passando per il Medioevo
Palazzo Alfieri – Corso Alfieri, 375 – Asti (AT) – Ingresso Centro Culturale
20 maggio – 1 ottobre 2017
Da martedì a venerdì: ore 15.30 – 19.00
Sabato e domenica: ore 10.00 – 19.00
Ingresso gratuito

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: ,