Quantcast

Lupo in valle di Goms sbrana 16 pecore

2 giugno 2013 | , ,

lupoLa notizia farà piacere agli animalisti ed agli amanti della natura, un po’ meno ai pastori e forse agli abitanti della zona. C’è un lupo nella valle di Goms, nell’Alto Vallese, al confine con l’Ossola. L’animale era già stato segnalato alla fine del 2012 nelle stesse zona ma questa volta ci sono testimoni che dichiarano di averlo visto e tracce evidenti della sua presenza. Le tracce sono state identificate da un guardiacaccia, ma la prova più evidente sono le sedici pecore che sono state trovate sbranate nel villaggio di Münster Geschinen, che recavanp evidenti segni degli attacchi di un predatore.

Cadavere trovato nel lago d’Orta

31 maggio 2013 | , ,

carabinieriIl cadavere di un uomo è stato rinvenuto questa mattina nel lago d’Orta. Si tratta di un biellese di 66 anni la cui scomparsa da casa era stata segnalata da alcuni giorni. Il corpo è emerso nella zona di Punta di Crabbia, tra Omegna e Pettenasco. Sul posto sono intervenuti i carabinieri d’Orta che hanno impèiegato alcune ore per risalire alle generalità del cadavere. Per il momento l’ipotesi più probabile è che possa trattarsi di un suicidio anche perchè la macchina dell’uomo è stata trovata dai carabinieri nel piazzale vicino al lago dove è riemerso il corpo.

Operaio colpito da un pezzo di roccia nel Verbano: in prognosi riservata al Cto

31 maggio 2013 | ,

ambulanza-118Grave incidente sul lavoro in una galleria in costruzione. Si tratta della  Ceppo Morelli, nell’alto Verbano, in valle Anzasca. Un operaio è stato colpito da un pezzo di roccia staccatosi dalla parete del tunnel. L’uomo ha 25 anni ed è originario di Donnaz, in Val d’Aota. Il ferito è stato ricoverato in un primo tempo all’ospedale di Domodossola ma poi è stato necessario trasferirlo al Cto di Torino per la gravità delle sue condizioni. Al momento è ancora in prognosi riservata.

Un uomo si sucida gettandosi da un ponte a Gignese

30 maggio 2013 | , ,

vigili del fuocoUn uomo si è tolto la vita ieri sera a Gignese, nel Vco. L’uomo, anziano, si è suicidato intorno alle 20,30 gettandosi dal ponte che si trova all’ingresso del paese, a due passi dal conosciuto Museo dell’Ombrello. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Domodossola, quelli di Arona e quelli di Verbania ed insieme hanno dovuto lavorare per quasi tre ore per recuperare il corpo senza vita dell’uomo, date le condizioni difficili del terreno dove il suicidio è avvenuto. E’ stato necessario anche l’intervento di una squadra fluviale dei vigli del fuoco. Al momento non sono ancora noti i motivi del gesto.

34 cavalli fuggono per fame, i proprietari accusati di maltrattamenti

30 maggio 2013 | , ,

cavalliDue persone verranno giudicate per maltrattamento di animali. La storia risale ad un paio di anni fa, quando una trentina di cavalli invasero i prati che costeggiano la statale del Sempione a Cartiera, all’altezza della frazione di Vogogna. La polizia riuscì a recuperarli e riportarli nella cascina dove erano custoditi. Agli agenti fu però chiaro che gli animali erano in gravi condizioni dovute alla malnutrizione ed erano fuggiti alla ricerca di cibo. Ora le indagini preliminari si sono concluse ed i due proprietari della cascina sono stati rinviati a giudizio per maltrattamento di animali. Si tratta di un 69enne di Borgomanero e un ragazzo di 27 anni, originario di Pieve Vergonte. L’inchiesta preliminare ha verificato che oltre ai 34 cavalli anche un mulo ed un asino venivano sottoposti a sevizie ripetute ed uno degli animali sarebbe morto in seguito ai maltrattamenti.

Chiusa la strada tra Varzo e Gebbo per una frana

29 maggio 2013 | , ,

strada-chiusaLa frana era già stata attiva nelle settimane scorse, ed ora le nuove piogge l’hanno riattivata facendole riversare materiale sulla strada. Il passaggio tra Varzo e Gebbo è bloccato e la Provincia ha disposto la chiusura della Strada Provinciale fino a quando il problema non sarà risolto. Le frazioni di Gebbo e San Domenico possono essere comunque raggiunte utilizzando una strada alternativa. Intanto per venerdì è stato disposto un vertice a Varzo in municipio per decidere come intervenire per limitare e risolvere il problema della frana che rischia di essere ricorrente.

Il tribunale da ragione al Vco, avrà 8 milioni di arretrati da Roma

28 maggio 2013 | , ,

massimo nobiliL’Italia dovrà corrispondere 8 milioni di euro di arretrati alla provincia del Vco. Lo ha stabilito il tribunale di Roma accogliendo il ricorso persentato dalla provincia. Si tratta di soldi arretrati che lo stato deve alla Provicnia e che si riferiscono agli anni dal 2002 al 2006. Il presidente della provincia del Vco Massimo Nobili ha commentato: “Si tratta di somme di denaro promesse dallo Stato e poi mai corrisposte alla Provincia. Siamo soddisfatti che i giudici abbiamo accolto positivamente questo nostro ricorso e questo pronunciamento ci rende fiduciosi che ulteriori decreti ingiuntivi risultino efficaci per entrare in possesso di fondi che ci spettano e che come Provincia abbiamo anticipato per far fronte ad impegni contratti per opere eseguite e servizi erogati, andando così a intaccare i nostri equilibri di bilancio”. (altro…)

Alcool e metadone, gli amici troppo “fatti” per soccorrere il 20enne che muore

27 maggio 2013 | , ,

ambulanza-118Una serata (abbondante) dedicata ad alcool e droga che si trasforma in tragedia. Sono in quattro i protagonisti di questa triste vicenda, un minorenne e tre tra i 18 e i 20 anni. Tutti insieme girano i locali della Bassa Ossola venerdì sera passando da un alcoolico all’altro fino a quando, probabilmente già storditi dal troppo alcool tornano a casa di uno di loro. Qui decidono di assumere tutti e quattro del metadone che dalle prime indagini pare avessero rubato in un momento precedente. La droga è il colpo definitivo che fa perdere conoscenza a tutti i partecipanti alla serata maledetta. Tre di loro si risvegliano solo nel pomeriggio di sabato, il quarto, Boutakrout Abderazak, ventenne di origine marocchina residente a Vogogna rimane agonizzante nel letto. (altro…)

Adescava uomini online e poi dava il telefono della nuova fidanzata del suo ex

23 maggio 2013 | , ,

carabinieriLa gelosia può portare a gesti inconsulti ma a volte dotati di notevole fantasia ed iniziativa. Una donna di quarantanno di Borgomanero ha attuato infatti una vendetta telematica articolata nei confronti del suo ex fidanzato e della nuova compagna di quest’ultimo. Utilizzando le generalità della nuova fidanzata del suo ex si aggirava tra i siti online di incontri e adescava diversi uomini fingendo interesse ed attrazione. Alla fine della conversazione lasciava anche un numero di telefono, che naturalmente era quello della malcapitata nuova fiamma del suo vecchio amore che così riceveva telefonate in serie con toni piccanti e continue richieste di incontri. I carabinieri di Omegna sono riusciti a scoprirla e l’hanno denunciata per sostituzione di persona.

Bambino nasce morto al Castelli di Verbania

23 maggio 2013 | , , ,

ambulanza-118Un bambino è nato morto all’Ospedale Castelli di Verbania. Figlio di una coppia di Verbania, la madre, 34 anni, è entrata in ospedale sabato alla 39° settimana di una gravidanza con alcune difficoltà ma non particolarmente a rischio. Il bambino, un maschietto, è nato alle due di notte tra domenica e lunedì ma quando è venuto alla luce era già morto. Il direttore sanitario dell’Asl, Francesco Garufi ha dichiarato che non è stato possibile fare nulla per salvare il bambino che era già morto. Garufi ha anche precisato che la donna non era in cura da un medico dell’ospedale e che ad un controllo di tre giorni prima risultava tutto in ordine. L’Asl non ha predisposto l’autopsia sul corpicino.

Disperso un 70enne tedesco nei boschi di Trarego

23 maggio 2013 | , ,

elisoccorsoDa ieri sera non si hanno più notizie di un turista tedesco in visita sul lago Maggiore. L’anziano signore, 70 anni, è in vacanza con la moglie a Cannero Riviera e ieri pomeriggio ha telefonato alla consorte intorno alle 17.30 per comunicare che avrebbe fatto ancora un giro prima di rientrare in albergo. Da quel momento non ha però più dato notizie. Le ricerche si sono concentrate nella zona dei boschi intorno a Trarego, sono impegnati gli uomini del soccorso alpino ed un elicottero dei vigili del fuoco. Il telefono cellulare dell’uomo disperso risulta irraggiungibile.

Morto d’infarto il ragazzo di Brovello in Spagna

19 maggio 2013 | , ,

barcellonaLa conferma è arrivata dal consolato italiano a Barcellona: Marco Motta è morto per un infarto. Il ragazzo ventottenne di Brovello Carpugnino che era stato trovato senza vita nella sua camera d’albergo dagli amici con cui era in vacanza ha perso la vita per un arresto cardiaco avvenuto nel sonno. La famiglia lo aveva sentito via telefono la sera prima, poi al mattino la terribile telefonata degli amici. Solo dopo diverse ore la conferma da parte del consolato. Ora sarà l’autopsia a definire con certezza le cause della morte ma non sembrano a questo punto esserci dubbi. Il corpo di Marco Motta dovrebbe poter tornare in Italia lunedì prossimo.

Ragazzo di Brovello morto a Barcellona in condizioni da chiarire

18 maggio 2013 | , ,

barcellonaNon sono per nulla chiare le condizioni in cui avrebbe perso la vita in Spagna Marco Motta, un ragazzo di 28 anni di Brovello Carpugnino, nel Vco. La famiglia ha ricevuto una telefonata dagli amici di Marco che sono con lui in vacanza a Barcellona. I ragazzi hanno comunicato alla famiglia di aver ritrovato il corpo di Marco senza vita in una stanza d’albergo. Tuttavia la famiglia nutre dubbi perchè dopo aver contattato la questura di Verbania e preso contatti con la Farnesia e con il consolato italiano in Spagna, non hanno ancora ricevuto conferma del decesso del loro congiunto. Si sta cercando di chiarire la vicenda che pare misteriosa in ogni suo aspetto. (altro…)

La truffa dei bollettini falsi per le aziende di Novara e VCO

16 maggio 2013 | , , ,

bollettinofalsoDiverse aziende della provincia di Novara e del VCO stanno ricevendo in questi giorni dei bollettini con richieste di pagamenti di varie cifre. Si tratta di bollettini per servizi disparati dedicati alla aziende ed infatti li stanno ricevendo soprattutto aziende di nuova apertura. Iscrizioni a portali che offrono servizi non specificati o all’elenco delle ditte italiane che operano in Europa. Il problema è che questi servizi, che arrivano a costare anche 300 euro, non esistono o quanto meno la Cna non ne ha notizia. Anzi è proprio la Cna a lanciare l’allarme, ad invitare le aziende a rivolgersi a loro per conferma e a far notare che spesso dietro casi del genere si nascondono truffe. (altro…)

Sesso per soldi con tre minorenni adescate in rete, arrestato

15 maggio 2013 | , ,

poliziaUn uomo di Verbania è stato arrestato con l’accusa di tentata induzione alla prostituzione e consumata induzione alla prostituzione. L’uomo avrebbe avuto rapporti sessuali con tre ragazzine minorenni alle quali aveva offerto in cambio soldi. Secondo l’accusa almeno una delle tre ragazze sarebbe stata adescata utilizzando le chat disponibili sul web, per le altre un “più tradizionale” approccio de visu. L’uomo avrebbe convinto le ragazze (tutte minorenni tra il 2010 e il 2011, periodo a cui si riferiscono i fatti) ad accettare consumazioni nei bar, poi inviti a cena ed infine prestazioni sessuali in cambio di denaro. Appurati i fatti, la polizia ha fermato l’uomo che ora è agli arresti domiciliari.

Dal 6 al 12 maggio senso alternato a Oggebbio sulla statale del Lago Maggiore

3 maggio 2013 | ,

anasL’Anas rende noto che da lunedì 6 maggio sarà istituito un senso unico alternato, regolato da semaforo, in corrispondenza del chilometro 25,4000 della strada statale 34 del Lago Maggiore, nel territorio del comune di Oggebbio. L’intervento si è reso necessario per consentire i lavori di messa in sicurezza di una parete rocciosa di una proprietà privata adiacente alla statale 34. I lavori saranno eseguiti nella fascia oraria che va dalle 8.30 alle 17. La loro fine è prevista entro domenica 12 maggio 2013. L’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale si può consultare sul sito Anas.

E’ arrivato Verbania i commissario prefettizio Michele Mazza

2 maggio 2013 | , ,

villa taranto verbaniaHa preso servizio a Verbania il commissario prefettizio Michele Mazza, che dovrà gestirel Comune dopo le dimissioni del sindaco Marco Zacchera. Michele Mazza è un prefetto in pensione di 66 anni che è stato in passato commissario nel Comune di Pagani sciolto per mafia. Mazzasi è presentato alla città, con il segretario comunale Zanetta che gli ha mostrato gli uffici comunali e presentato i principali collaborator, Mazza sarà in servizio per un anno per surrogare fino alle elezioni i compiti che prima erano di sindaco, giunta e consiglio comunale.

Si cerca pescatore disperso nell’Alpe Morello

2 maggio 2013 | , ,

finanza saluzzoAveva passato la giornata di festa a pescare, ma poi non è rientrato a casa ed è scattato l’allarme. Un uomo di 49 anni residente ad Omegna è da ieri sera disperso nella zona tra  l’Alpe Morello e l’Alpe Quaggione, a 1241 metri di quota. Quando non è rientrato a casa sono cominciate le ricerche ad opera del Soccorso Alpini e Speleologico Piemontese e già nella tarda serata di ieri è stata ritrovata la macchina dell’uomo. Questa notte alle 3.00 le ricerche sono state sospese per riprendere poi alle 6.00 con l’aiuto del Soccorso Alpino della guardia di Finanza di Macugnaga.

Il prefetto Michele Mazza è il commissario di Verbania

30 aprile 2013 | , ,

michele-mazzaSarà il prefetto Michele Mazza il commissario cui è affidato il compito di gestire la città di Verbania per il prossimo anno, fino alla primavera del 2014. La presenza di un commissario si è resa necessaria in seguito alle dimissioni del sindaco Marco Zacchera. Michele Mazza, nato nel 1947, ha lavorato alla direzione centrale della polizia stradale, ferroviaria e di frontiera, è stato capo ufficio staff all’ufficio per la riforma della pubblica amministrazione e presidente del comitato tenico centrale per l’esecuzione della demolizione delle opere abusive. Fino al 2009 è stato Commissario del Governo per la Provincia di Trento, dal 2009 al 2012 è stato poi prefetto di Benevento e, dopo lo sciogimento per infiltrazioni camorristiche nel marzo 2012, commissario straordinario del Comune di Pagani (Salerno).

Cade nella betoniera, morto un frontaliere nel Canton Ticino

23 aprile 2013 | , ,

betonieraEra uno dei tanti italiani del VCO che tutti i giorni passano il confine per lavorare in Svizzera. Questa mattina è morto nel cantiere in cui stava lavorando a Gordola, un piccolo comune della valle Verzasca nel Canton Ticino. L’uomo, 37 anni, era appoggiato alla scala della sua betoniera quando, probabilmente per una distrazione, è scivolato finendo nel corpo del mezzo in funzione. I soccorsi dei suoi colleghi sono stati immediati ma per lui non c’è stato nulla da fare. L’ennesimo incidente mortale sul lavoro è avvenuto questa mattina alle 8.