Registrati | Login | Logout Meteo Piemonte | Meteo Italia | Traffico Piemonte | Mappe |

Piemonte al Microscopio

XXXIX Congresso della Commissione Internazionale di Storia Militare

 

Oggi, presso Sala delle Colonne del Comune di Torino, è stato presentato il XXXIX Congresso della Commissione Internazionale di Storia Militare, in programma dal 1 al 6 settembre presso il Centro Congressi “Torino Incontra” della Camera di Commercio, sul tema: “Le operazioni interforze e multinazionali nella Storia Militare”. Numerose le autorità presenti civili e militari, compresi i rappresentanti del Corpo delle Infermiere Volontarie. “È Molto lusinghiero che questa assise si svolga a Torino per la seconda volta. Il nostro orgoglio nel presentare questo congresso è tutt’altro che scontato perché c’è un legame stretto con le forze armate. Torino ha contribuito alla nascita del primo Esercito Italiano. Ringraziamo la Brigata Alpina Taurinense che dà lustro alla Regione ed alla città con le numerose missioni all’estero” ha dichiarato l’Assessore Giuliana Tedesco, delegata dal Sindaco Fassino per rendere gli onori di casa.

A seguire il Colonnello Paesano, Capo Ufficio Storico dello Stato Maggiore della Difesa/Presidente della Commissione Italiana di Storia Militare. “Sono lieto di presentare oggi, in occasione di questa conferenza stampa, il XXXIX Congresso Internazionale di Storia Militare. A soli cinque anni dall’edizione di Trieste, il Convegno “torna” in Italia. La scelta è caduta su Torino poiché il capoluogo piemontese ha permesso di trasformare tale “mission impossible” in una realtà, grazie al “trait union” fra il Sindaco, On. Piero Fassino, tutte le autorità territoriali, Enti e gli sponsor. Con il loro contributo, in questo periodo di spending review,  si è potuta garantire la realizzazione del Congresso”.

Quaranta le delegazioni provenienti da vari paesi del mondo e duecentocinquanta i partecipanti tra congressisti, accompagnatori e giovani ricercatori già accreditati. L’evento è organizzato dalla Commissione Italiana di Storia Militare (CISM) dello Stato Maggiore della Difesa, istituita con Decreto del Ministro della Difesa il 21 novembre 1986, in sostituzione della Sezione Italiana della Commissione Internazionale di Storia Militare operante fin dal 1950. La CISM è affiliata all’UNESCO tramite la Commissione Internazionale di Storia Militare (CIHM) cui aderiscono circa 40 Stati, e venne costituita al fine di “promuovere iniziative tese a migliorare la conoscenza della Storia Militare Italiana e Comparata, valendosi del contributo di rappresentanti di istituzioni che si dedicano allo studio dei vari aspetti della disciplina”.

Il XXXIX Congresso internazionale si presenta come una significativa occasione di “diplomazia sociale”. Parteciperanno anche giovani dottorandi italiani e stranieri, provenienti da 15 università, che si confronteranno nel workshop “Memoria, fonti documentarie e guerra”. Fondamentale il ruolo delle Istituzioni Territoriali ed Enti locali che hanno permesso, con il loro contributo, la realizzazione dell’evento.

Da domenica 1 settembre, fino al 16, sarà possibile visitare la mostra fotografica “I Volti dei Militari Italiani… I Valori della Patria in un’Immagine”, allestita dallo Stato Maggiore della Difesa presso la Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino: un tributo alle donne e agli uomini delle Forze Armate Italiane impegnati quotidianamente nelle aree di crisi.

Lunedì 2 settembre inaugurazione ufficiale dei lavori e tavola rotonda alla presenza delle massime autorità civili e militari. E’ prevista la partecipazione del Ministro della Difesa, Sen. Mario Mauro, e del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Amm. Luigi Binelli Mantelli.

 

La notte dei ricercatori parla piemontese

logo_notteAnche in Piemonte sta per arrivare la Notte dei Ricercatori il 27 settembre 2013.

Dalla cucina al laboratorio il passo è breve: nel polo scientifico Frascati (qui il canale YouTube) arrivano i terribili “master scienziati” per promuovere l’edizione 2013 della Notte Europea dei Ricercatori e invitare il pubblico a partecipare a un concorso video aperto tutti. Il vincitore del miglior Webspot di 30″ si aggiudica un iPad mini.
Come fanno già da anni i colleghi d’oltremanica, anche la promozione dei nuovi eventi che dovrebbero avvicinare il grande pubblico alla scienza puntano all’ironia.

I vostri video partecipanti saranno inseriti sul canale YouTube dell’Associazione e da subito chiunque potrà condividerli e votarli. I primi dieci webspot accederanno alle selezioni finali di una giuria di esperti che decreterà il vincitore assoluto.

Per maggiori informazioni:

www.frascatiscienza.it/pagine/notte-europea-dei-ricercatori-2013

Notte dei ricercatori in Piemonte: http://piemonte.nottedeiricercatori.it

Save the date per la seconda edizione di B com

L’evento per le imprese che vogliono sviluppare l’e-commerce e la comunicazione strategica sul web torna il 26 e il 27 marzo 2014 al Lingotto Fiere di Torino
Dopo il grande successo della prima edizione, B com (www.bcomexpo.com), il nuovo e unico evento italiano di business matching dedicato agli attori nazionali e internazionali dell’e-commerce e del web marketing, proposto da GL events, torna il 26 e il 27 marzo 2014 al Lingotto Fiere di Torino.
A riprova del successo della prima edizione, sono già numerose le aziende che hanno deciso di riconfermare la propria presenza al secondo appuntamento ed è iniziata l’attività di promozione per le imprese Sponsor che prevede un’agevolazione di oltre il 10% per l’adesione entro il 30 novembre 2013.
Lo scorso aprile più di 1.000 visitatori hanno preso parte al programma di conferenze plenarie e workshop di approfondimento, che hanno registrato il tutto esaurito e visto alternarsi 30 relatori fra i più importanti player del settore, oltre ai 750 appuntamenti di business matching che si sono susseguiti nelle due giornate.
La nuova edizione promette un calendario ancora più fitto di incontri one-to-one e di eventi – conferenze plenarie, tavole rotonde e momenti di networking – durante i quali si analizzeranno tendenze e insight in ambito e-commerce e marketing online.
Tra le novità di questo mese: appena lanciato il nuovo blog che informerà sulle ultime novità di settore.
B com è anche su Twitter (@Bcomexpo, #bcomexpo), Facebook (facebook.com/BcomExpo) e su Linkedin.

Sostieni la rassegna piemontese “Teatro e Scienza”

Teatro e Scienza”, rassegna piemontese ormai celebre che ha calcato i palcoscenici del nostro territorio da anni, lancia un appello per il futuro del teatro e della divulgazione scientifica. 

La compagnia torinese ti chiede un piccolo aiuto (un clic qui), per sostenere due produzioni e uno spettacolo ospite di alta qualità.
Teatro e Scienza è un progetto innovativo iniziato nel 1999 per unire ambiti del sapere apparentemente distanti come il Teatro, appunto, e la Scienza.Il calo delle iscrizioni a facoltà scientifiche, il fatto che la scienza non sia patrimonio condiviso della cultura quotidiana, ma venga considerata arida e ostile, ci porta a parlare di scienza “senza formule” a differenza di quanto si fa nelle conferenze. Risate, lacrime, curiosità, e soprattutto emozione. “Teatro e Scienza” tocca ogni anno in autunno un tema diverso, da “Donna e Scienza” a “Classica e Scienza”, a “L’Astronomia” ai “Confini della Scienza”.
Esiste anche una scuola di scrittura, e i migliori sono già stati messi in scena con registi importanti.

La Rassegna 2013 sarà “Teatro e Scienza: i Numeri” (quelli di Fibonacci, Pi greco, i numeri della Bibbia, quelli di Ventimila Leghe Sotto i Mari, delle carte da gioco, i Numeri della moda, i Numeri dell’acqua eccetera); dodici spettacoli con vicende emozionanti e intersezione fra recitazione, danza, video, etc. spettacoli che si svolgono in tutto il Piemonte in autunno in sedi prestigiose.Facciamo una Rassegna unica in Italia, forse la più originale, premiata dal Presidente della Repubblica Napolitano con medaglia di merito, e considerata dai finanziatori ufficiali una delle poche Rassegne teatrali di Eccellenza del nord Italia.SCARICA LA BOZZA DEL PROGRAMMA DI OTTOBRE-DICEMBRE 2013


OSPITI IMPORTANTI
Fra i nostri ospiti, abbiamo avuto Mauro Ginestrone e il suo staff di Architanghi (Teatro Regio di Torino) Lucilla Giagnoni e Michele di Mauro (Teatro Stabile di Torino), Marte Costa, Fanny Oliva ed Erika di Crescenzo di Torino, Oreste Valente di Ivrea, la Compagnia LaQ-Prod di La Spezia, la Compagnia Ursa Maior di Bologna, le Figure Capovolte di Milano, i Maghimatici di Teramo, Narramondo di Genova, i Piccoli Principi di Firenze, l’Associazione “Maurizio Poggiali” o Compagnia dei Giovani di Roma… e molti altri. Le prime opere della nostra direttrice artistica (e autrice di “Teatro e Scienza” pubblicata da Bollati Boringhieri e da Springer Verlag) sono state messe in scena da registi come Gabriele Vacis e Beppe Navello.

Le neuroscienze del razzismo alla SISSA con la ministra Kyenge

Cosa succede nel nostro cervello di fronte a una persona di etnia diversa? Si può combattere il razzismo usando le conoscenze scientifiche? Elisabeth Phelps, ricercatrice alla New York University, venerdì 19 luglio terrà una conferenza pubblica dal titolo “Neuroscience of Racism” (le neuroscienze del razzismo).
Un tema di forte attualità, soprattutto in un’Italia sempre più multietnica. Non è un caso, infatti, che il Ministro all’Integrazione, Cecile Kyenge, sarà presente alla conferenza.
Venerdì 19 luglio, ore 16.00 SISSA
Aula Magna Via Bonomea 265, Trieste  
Quanti hanno coraggio di definirsi razzisti? Eppure, anche se sinceramente non ci riteniamo tali, ricerche recenti basate sul neuroimaging hanno mostrato che di fronte a fotografie di persone appartenenti a gruppi etnici diversi nel cervello di individui bianchi si attiva fortemente l’amigdala, una struttura cerebrale notoriamente collegata all’emozione della paura. Queste e altre ??conoscenze sono il risultato delle ricerche di Elisabeth Phelps, una neuroscienziata della New York University, che venerdì 19 luglio alle ore 16.00 terrà alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste una conferenza aperta al pubblico dal titolo “Neuroscience of Racism”.
Alla conferenza sarà presente Cécile Kyenge, il nuovo Ministro all’Integrazione dell’attuale governo Letta. Le neuroscienze sono infatti utili per conoscere le basi cognitive delle attitudini e dei comportamenti razziali, e per il loro controllo, anche a livello di politiche sociali. Per esempio Phelps oltre ad aver registrato l’implicita e inconscia paura suscitata dalla vista di persone di colore diverso, ha anche osservato processi che possono dare un’indicazione verso la riduzione di questa emozione negativa.
In questo senso la familiarità è un parametro importante: negli esperimenti di Phelps e colleghi si è notato come i volti noti (attori e politici afro-americani popolari negli Stati Uniti, dove si è svolta la ricerca) inducevano un’attività dell’amigdala fortemente ridotta. Un altro fattore importante poi è l’instaurarsi di processi razionali nel tempo: la forte attivazione dell’amigdala col passare del tempo diminuisce e lascia posto un’elaborazione che si svolge nelle aree corticali di “ragionamento”. Insomma, a quanto pare – e non sorprende scoprirlo -, conoscenza e ragione sono alcune delle risposte che possono funzionare contro il razzismo.
“Neuroscience of Racism” è una conferenza pubblica in lingua inglese e tutta la cittadinanza è invitata a partecipare. Il ministro Kyenge sarà disponibile a rispondere brevemente alle domande di un limitato numero di giornalisti, poco prima della conferenza. Elisabeth Phelps è disponibile a rilasciare interviste sia telefoniche, prima della conferenza, sia di persona nel giorno dell’incontro. Per le interviste si prega di contattare l’ufficio stampa.
Più in dettaglio…
“Neuroscience of racism” è una conferenza organizzata nell’ambito di SCoNe, una scuola estiva organizzata dalla SISSA sulle neuroscienze sociali cognitive, un nuovissimo campo interdisciplinare che studia cosa succede nel nostro cervello (e nella nostra mente) quando siamo impegnati nelle interazioni sociali. La scuola, della durata di due settimane, raggruppa alcuni fra i più importanti studiosi internazionali del campo, oltre ad alcuni promettenti giovani ricercatori.
Scegliere fra un piatto di pasta o una mela, sorridere a uno sconosciuto o guardarlo in cagnesco, comprare lo smartphone di ultima generazione o accontentarsi di uno più economico. Sono il tipo di problemi che il nostro cervello deve costantemente risolvere, e i processi cerebrali implicati sono materia di studio delle neuroscienze sociali cognitive. Si tratta di un nuovo campo interdisciplinare, che raccoglie scienziati di aree di ricerca diverse: le neuroscienze, la psicologia cognitiva, le scienze sociali. Alcuni fra i migliori ricercatori del campo parteciperanno a SCoNe, la
??scuola che si terrà dal 15 al 28 luglio.
La scuola è divisa in due parti. La prima settimana sarà dedicata alle neuroscienze dell’information processing sociale. Si tratteranno temi come il giudizio sociale, l’empatia, la formazione degli stereotipi, il pregiudizio, la percezione dei visi e l’emozione. Fra gli ospiti di spicco, David Perrett esperto di percezione della bellezza nei volti umani. Nei suoi studi si è chiesto che cosa rende un viso attraente e un altro insignificante, e quali implicazioni tutto ciò abbia nelle nostre scelte in fatto di partner.
Nello stesso modulo, troviamo Elisabeth Phelps che si occupa di “neuroscienze del razzismo”, un tema d’attualità che ha attirato anche l’attenzione di Cécile Kyenge, Ministro per l’Integrazione, che sarà presente alla conferenza organizzata per l’occasione. L’intervento della Phelps è infatti l’unico evento pubblico previsto dalla scuola, aperto cioè anche ai non addetti ai lavori, e si terrà venerdi 19 luglio alle 16.00.
La seconda settimana si concentrerà sulle “neuroscienze della ricompensa” (neuroscience of reward) un importante campo che studia i meccanismi neuro-comportamentali della motivazione e della ricompensa. Cibo, sesso e soldi per il nostro cervello sono stimoli estremamente gratificanti (o frustranti) ai quali sono dedicati processi di analisi ad hoc. A illustrare lo stato dell’arte su queste ricerche sarà Wolfram Schultz, professore dell’Università di Cambridge e uno dei più importanti ricercatori mondiali in questo campo.
Durante la scuola si parlerà anche di neuro-economia, disciplina che studia come funziona la mente umana quando è impegnata nella risoluzione di compiti di natura economica, che vanno dalle complesse decisioni finanziarie al semplice acquisto di oggetti quotidiani. Giuseppe di Pellegrino, dell’Università di Bologna, e Aldo Rustichini, dell’Università del Minnesota e dell’Università di Cambridge, illustreranno gli ultimi studi nel campo e faranno alcune anticipazioni delle loro più recenti ricerche.
Ampio spazio sarà dedicato anche ai ricercatori più giovani, alcuni dei quali si sono formati proprio alla SISSA e lavorano oggi in importanti istituti internazionali.
Una scuola estiva di altissimo livello che arricchisce la ricca proposta formativa della SISSA, SCoNe è riservata a un numero ristretto di studenti, circa una ventina, rigorosamente selezionati.
La conferenza pubblica in lingua inglese a carattere divulgativo, “Neuroscience of Racism”, è aperta a tutti e si terrà il 19 luglio alle ore 16 nell’Aula Magna della SISSA.

Il prestigioso premio Lagrange 2013 a Duncan Watts e Riccardo Luna

CONSEGNA A TORINO IL 27 GIUGNO
E’ Duncan Watts, fisico e sociologo del centro di ricerca Microsoft di New York, grazie ai suoi studi sulla scienza delle reti e sui suoi effetti sul comportamento umano il vincitore del Premio Lagrange – Fondazione Crt 2013
La consegna del premio, il primo e più ambito riconoscimento internazionale nel campo della scienza della complessità, si svolgerà il 27 giugno a Torino. Il lavoro di Watts, si legge nelle motivazioni del premio, ha permesso una migliore comprensione del ruolo delle strutture di rete nel determinare o limitare il comportamento umano, concentrandosi su determinate aree critiche della scienza sociale, quali la propagazione virale dell’informazione, la gestione del rischio finanziario, il design organizzativo. 
In particolare, la sua rivoluzionaria pubblicazione con Steve Strogatz, nella quale i due ricercatori hanno presentato una teoria matematica del “mondo piccolo”, ha contribuito enormemente alla nascita di una nuova area di studi nella scienza dei network. 
In occasione della consegna del premio intitolato al grande scienziato e matematico Joseph-Louis Lagrange, che nacque a Torino e di cui quest’anno si ricordano i duecento anni dalla scomparsa, sarà consegnato anche il Premio Lagrange – Fondazione Crt per la comunicazione al giornalista Riccardo Luna
Il premio, coordinato scientificamente da Fondazione Isi (Istituto per l’Interscambio Scientifico), è stato assegnato nel corso degli anni a scienziati che lavorando in settori anche molto differenti hanno contribuito all’avanzamento degli studi nel campo della complessità, spesso proponendo ricerche e teorie radicalmente innovative. (ANSA).

Primo premio nazionale di divulgazione scientifica

Docenti universitari, ricercatori, giornalisti e autori italiani sono invitati a partecipare alla I edizione del premio nazionale di divulgazione scientifica promosso dall’Associazione Italiana del Libro.

Il premio ha l’obiettivo quello di valorizzare la conoscenza scientifica e favorire la visibilità dei talenti nel campo della divulgazione scientifica. Possono essere presentati lavori scritti in lingua italiana e pubblicati nel periodo compreso tra il 1° Gennaio 2012 e il 30 Giugno 2013.

.

Le aree tematiche individuate sono:

  • Scienze matematiche, fisiche e naturali
  • Scienze del territorio e dell’ambiente
  • Scienze della salute
  • Scienze giuridiche ed economiche
  • Scienze umanistiche, sociali e della formazione

.

Saranno assegnati anche riconoscimenti particolari a:

  • Autori di opere brevi (articoli, saggi, contributi)
  • Giovani autori (under 35 anni)
  • Editori di opere di divulgazione scientifica

Per partecipare, e vincere, c’è tempo fino al 31 Luglio 2013.

.
Fonte Redazione ResearchItaly

Come usano twitter gli italiani?

E’ disponibile online   la presentazione di Vincenzo Cosenza per Blogmeteruna ricerca presentata allo “State of the Net“, la conferenza sullo stato di internet nel nostro Paese, cominciata ieri a Trieste.

L’analisi di ben 71.6 milioni di tweet degli italiani, scritti nei primi 4 mesi del 2013 ha generato una conclusione interessante: gli italiani (almeno quelli che li usano) hanno maggiore consapevolezza dei social network e della loro utilità.
Scrivono sempre meno su Facebook e usano twitter per commentare o rilanciare notizie sempre più seriamente. Aumentano gli hashtag inseriti (+22% rispetto al 2012) e i retweet (+7% rispetto al 2012).
In crescita anche la tendenza a utilizzare la geolocalizzazione
Twitter consente inoltre di monitorare il cosiddetto “sentiment” degli italiani, ovvero l’umore generale del Paese, che secondo le analisi del social network è tendenzialmente negativo, soprattutto per quanto riguarda la situazione politico-istituzionale.
Gli italiani attivi sono 28.9 milioni, l’80% della popolazione, in aumento rispetto all’anno precedente.
Il tempo medio trascorso su internet è di 1 ora e 28 minuti al giorno e gli utilizzatori del web sono soprattutto uomini, anche se le donne hanno registrato una crescita del 5% negli ultimi mesi.

È online il sito ufficiale del docu-film “La rivelazione” sulla manipolazione del mercato attraverso i media

È stato presentato e messo on-line il sito web ufficiale del docu-film LA RIVELAZIONE all’indirizzo www.larivelazione-ilfilm.com.

la rivelazione

Si tratta di un docu-film ispirato al libro Bende Invisibili che “racconta” un evento di infotainment – presentato da Emmanuele Macaluso – e ripreso nella suggestiva cornice della Pieve di San Giovanni ai Campi.

La spettacolare presentazione tratta il tema della manipolazione del mercato attraverso i media, i messaggi subliminali, la creazione di false malattie e falsi bisogni, il greenwashing, la comunicazione mendace e altre strategie di marketing.

Il sito è da considerarsi come provvisorio, la versione definitiva sarà messa on-line il prossimo novembre, in contemporanea con il lancio del trailer del film, e secondo indiscrezioni sarà il sito dedicato ad un film più completo mai visto in Italia.

La realizzazione del sito è stata totalmente affidata all’area sviluppo web di Factory Performance, dalla gestione e stesura dei contenuti fino all’ingegnerizzazione e allo sviluppo dell’area web, social e inserimento nei motori di ricerca.

Il sito è formato da 7 sezioni (home – il progetto – donazioni – partner – news – stampa – contatti).
La sezione “news”, grazie al suo “diario di bordo” darà l’opportunità ai fan di conoscere in tempo reale tutte le fasi di produzione del progetto.

Silvio Marsaglia, torinese, classe 1976, è  il regista del film.
Laureato in regia al DAMS di Torino, è stato assistente alla regia di Tinto Brass sul set del film “Monamour” (2005). Ha lavorato in produzioni importanti, tra le quali ricordiamo “La Freccia Nera” andata in onda sulle reti Mediaset.
È il regista ufficiale del progetto Manifesto del Marketing Etico fin dalla presentazione ufficiale dell’undici novembre 2011.

Emmanuele Macaluso è esperto in marketing e formazione. Nato in Francia da genitori italiani nel 1977, si specializza in marketing, contro-marketing e comunicazione (con particolare interesse per quella non verbale relativa alle teorie scientifiche del Prof. Ekman). Autore del Manifesto del Marketing Etico e del libro Bende Invisibili, scrive articoli specialistici, saggi e materiale scientifico-divulgativo.

Contemporaneamente al lancio del sito, è stata resa pubblica la campagna di crowdfunding (raccolta fondi) che la produzione ha deciso di attivare per coprire parte delle spese di produzione. Maggiori informazioni nella sezione “donazioni”.

LA RIVELAZIONE è disponibile anche sui social

Pagina Facebook www.facebook.com/LaRivelazioneDocufilm

Diventa un follower de LA RIVELAZIONE anche su Twitter (@LaRivelazione)

È possibile iscriversi alla newsletter ufficiale all’indirizzo [email protected]

 

Link di approfondimento:

http://www.bendeinvisibili.net/web%20pages/ilfilm.html

Speciale Cinemambiente 2013 su Radio Banda Larga

Per il secondo anno Radio Banda Larga è media partner di Cinemambiente, il principale festival di cinema a tematica ambientale in Italia e uno dei più importanti al mondo.

 

 Per tutta la durata della sedicesima edizione di Cinemambiente, dal 31 maggio al 5 giugno, dalle 15, la consolle di Radio Banda Larga sarà in via Montebello, davanti al Cinema Massimo, sede delle proiezioni del Festival.

 

Solo in caso di maltempo si sposterà all’interno del cinema. Secondo la Carta dei Valori della radio, questa postazione sarà pensata per essere il meno energivora possibile.

Le emissioni di CO2 legate all’attività saranno ripristinate attraverso la collaborazione con il progetto Miraorti con orti e giardini urbani.
Speaker, conduttori e dj terranno compagnia agli ascoltatori con programmi environment oriented . Ogni giorno, dalle 15 alle 16 una speciale striscia quotidiana condotta dai Grigumaz (Carlo Griseri, Ada Guglielmino e Davide Mazzocco) proporrà, in diretta, anticipazioni sui film, commenti e interviste ai protagonisti del Festival.
.
Ascolta in diretta Radio Banda Larga su  www.radiobandalarga.it/play
.
Sito web:  www.radiobandalarga.it
.
Sito web Cinemambiente

Network-wide options by YD - Freelance Wordpress Developer