Quantcast

E’ stato pubblicato il bando di selezione per il biennio 2012/2014 del Master in Giornalismo  dell'Università di Torino, una delle 11 scuole italiane riconosciute dall'Ordine nazionale dei  giornalisti.  La scuola propone per questo quinto ciclo numerose novità e la conferma di alcune delle sue  caratteristiche più apprezzate.  La scuola, che mantiene l'impianto previsto dall'Ordine nazionale volto a sostituire il praticantato e  a far accedere i propri studenti all'esame professionale al termine del biennio (1000 ore e due mesi  di stage all'anno). Tra queste, la sezione di laboratori dedicata a ufficio stampa e comunicazione  pubblica, esempio unico in Italia, già avviata nel biennio 2010/2012 con ottimi risultati anche sul piano delle possibilità occupazionali. Anche la sezione di laboratori e seminari dedicata alla multimedialità e realizzata in collaborazione  con Extracampus e Radio 110 verrà ulteriormente potenziata, con l’obiettivo di formare giornalisti  in grado di inserirsi in ogni tipo di redazione. In occasione dell'inaugurazione del quinto biennio, la scuola di giornalismo di Torino verrà  intitolata a Giorgio Bocca. Come per il passato, i posti a disposizione, con frequenza obbligatoria, saranno 20. Sono previste  borse di studio che verranno assegnate tenendo conto di criteri di merito e della situazione  economica dei singoli candidati. Il master ha come direttore scientifico il professor Gian Paolo  Caprettini e come direttore delle testate e dei laboratori la giornalista Vera Schiavazzi.  Possono candidarsi al Master  tutti gli studenti che non  abbiano superato i 35 anni di età,  già in possesso di una laurea triennale. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 22 settembre 2012, le prove di  selezione avverranno a inizio ottobre, l'apertura dei corsi è previsto per inizio novembre.

E’ stato pubblicato il bando di selezione per il biennio 2012/2014 del Master in Giornalismo  dell’Università di Torino, una delle 11 scuole italiane riconosciute dall’Ordine nazionale dei  giornalisti.  La scuola propone per questo quinto ciclo numerose novità e la conferma di alcune delle sue  caratteristiche più apprezzate.  La scuola, che mantiene l’impianto previsto dall’Ordine nazionale volto a sostituire il praticantato e  a far accedere i propri studenti all’esame professionale al termine del biennio (1000 ore e due mesi  di stage all’anno).

Tra queste, la sezione di laboratori dedicata a ufficio stampa e comunicazione  pubblica, esempio unico in Italia, già avviata nel biennio 2010/2012 con ottimi risultati anche sul
piano delle possibilità occupazionali.
Anche la sezione di laboratori e seminari dedicata alla multimedialità e realizzata in collaborazione  con Extracampus e Radio 110 verrà ulteriormente potenziata, con l’obiettivo di formare giornalisti  in grado di inserirsi in ogni tipo di redazione.
In occasione dell’inaugurazione del quinto biennio, la scuola di giornalismo di Torino verrà  intitolata a Giorgio Bocca.
Come per il passato, i posti a disposizione, con frequenza obbligatoria, saranno 20. Sono previste  borse di studio che verranno assegnate tenendo conto di criteri di merito e della situazione  economica dei singoli candidati. Il master ha come direttore scientifico il professor Gian Paolo  Caprettini e come direttore delle testate e dei laboratori la giornalista Vera Schiavazzi.  Possono candidarsi al Master  tutti gli studenti che non  abbiano superato i 35 anni di età,  già in possesso di una laurea triennale. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 22 settembre 2012, le prove di  selezione avverranno a inizio ottobre, l’apertura dei corsi è previsto per inizio novembre.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , ,