Quantcast

La Regione Piemonte sta svolgendo una utile campagna per favorire il congedo parentale per i papà lavoratori dipendenti del settore privato. Per favorire le scelte dei genitori la Regione Piemonte mette a disposizione un contributo economico. “InsIeme a PaPà” promosso dall’assessorato alle Pari opportunità della Regione Piemonte e realizzato con  il Dipartimento per la Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri propone un incentivo per occuparsi a tempo pieno dei propri figli e per stabilire, fin dai  primi mesi di vita, un legame speciale con entrambi i genitori. agevolando così  anche il rientro al lavoro delle donne che, troppo spesso, per problemi di conciliazione dei tempi con la famiglia, rinunciano alla carriera professionale. Per maggiori informazioni rivolgersi alle Urp della Regione Piemonte  

La Regione Piemonte sta svolgendo una utile campagna per favorire il congedo parentale per i papà lavoratori dipendenti del settore privato. Per favorire le scelte dei genitori la Regione Piemonte mette a disposizione un contributo economico.

“InsIeme a PaPà” promosso dall’assessorato alle Pari opportunità della Regione Piemonte e realizzato con  il Dipartimento per la Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri propone un incentivo per occuparsi a tempo pieno dei propri figli e per stabilire, fin dai  primi mesi di vita, un legame speciale con entrambi i genitori. agevolando così  anche il rientro al lavoro delle donne che, troppo spesso, per problemi di conciliazione dei tempi con la famiglia, rinunciano alla carriera professionale.

Per maggiori informazioni rivolgersi alle Urp della Regione Piemonte

 

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: