Quantcast

A Villareggia un gruppo crescente di cittadini ha deciso di muoversi per bloccare la costruzione di un'antenna di H3G - Tre alta 36 metri in una collocazione molto vicina al centro abitato. Tre aveva prima rifiutato di mettere i suoi ripetitori sul traliccio che già ospita gli altri operatori e non aveva raggiunto un accordo con il Comune per collocare il nuovo traliccio in un area più lontana dal paese. Ora una ordinanza del Tar potrebbe permettere la costruzione. Ma i cittadini non ci stanno e in attesa della sentenza del Tar sono pronti a fermare i lavori. Un gruppo di cittadini ha scritto una lettera aperta al Comune e sta raccogliendo firme in vista di un'assemblea pubblica sul tema che si svolgerà venerdì prossimo 5 ottobre.
I sottoscritti firmatari di questa lettera intendono esprimere con forza la loro opposizione alla richiesta in oggetto che prevede l'installazione di una antenna per rete di telefonia cellulare su un terreno privato di Via Convento, per i seguenti motivi: l) La notevole vicinanza dell'antenna (alta 36 metri!!) alle case e, come se non bastasse, alle scuole elementare e materna del paese, comporta grosse preoccupazioni per la salute! Nonostante la legge stabilisca i limiti di emissioni di onde elettromagnetiche al di sotto dei quali non “dovrebbero esserci danni alla salute”, numerose sono le nuove ricerche scientifiche che tendono a mettere in dubbio tali limiti, evidenziando il nesso tra l'esposizione a campi elettromagnetici e l'insorgenza di tumori e leucemie in particolare nei bambini! L'Istituto per la ricerca sul cancro dell'OMS ha classificato la radio frequenza della telefonia mobile come cancerogeno di classe 2B e numerose sono le risoluzioni del Parlamento Europeo che hanno invitato gli Stati membri ad abbassare i limiti di legge per le esposizioni elettromagnetiche. 2) Il luogo indicato dall'H3G, in contrasto con le indicazioni del Comune, è situato in una parte del territorio in forte espansione urbanistica e dove la maggioranza delle famiglie hanno figli piccoli; certamente l'installazione di un'antenna delle dimensioni indicate in progetto (36 metri - un vero campanile!) sarebbe un ostacolo allo sviluppo demografico della zona, in quanto una famiglia potendo scegliere dove vivere e volendo vivere in un paesino come Villareggia rinuncia alla vicinanza dei servizi e delle infrastrutture (asl, ospedali, scuole superiori, per non parlare di luoghi di divertimento come cinema e teatri) in virtù di "una vita lontana dall'inquinamento".... Un'antenna di quel genere porterebbe a scegliere altri luoghi!!! 3) Nel territorio del Comune di Villareggia è già presente un'antenna per la telefonia mobile, perché non utilizzare il traliccio già presente e che si trova ad una distanza dalle abitazioni sicuramente maggiore? L'Amministrazione comunale dovrebbe insistere sull'opportunità che le compagnie telefoniche utilizzino antenne comuni possibilmente su terreni di proprietà comunale appositamente individuati allo scopo; SI RICHIEDE quindi al Sindaco e all' Amministrazione Comunale l) di modificare il regolamento comunale allegato al P.R.G.C. nel senso di individuare le zone di installazione dei ripetitori di telefonia mobile nel territorio del Comune in modo da impedire non l'esercizio di tale attività ma una sregolata locazione di tali impianti che hanno un impatto ambientale dal punto di vista della salute, visivo e paesaggistico; 2) di indire entro brevissimo tempo un’assemblea pubblica per informare e sensibilizzare la popolazione villareggese; 3) di proseguire l’opposizione alla richiesta di H3G nel ricorso presso il TAR  presentato dalla società H3G tendente ad ottenere l’annullamento del diniego dell'autorizzazione per l'installazione dell'impianto di cui sopra, con eventuale ricorso al Consiglio di Stato. Si comunica inoltre che è stata contattata LEGAMBIENTE per un appoggio alla nostra protesta e che delle ragioni della nostra opposizione verrà data comunicazione ai giornali locali. Sperando che si addivenga ad una soluzione che possa soddisfare tutte le parti senza costringerci a procedere ad ulteriori azioni di protesta, si resta in attesa di una risposta positiva da parte dell’Amministrazione Comunale e di un ripensamento in merito al sito del progetto da parte della H3G.
E'  nato un gruppo su Facebook per dare visibilità a quanto sta accadendo a Villareggia

A Villareggia un gruppo crescente di cittadini ha deciso di muoversi per bloccare la costruzione di un’antenna di H3G – Tre alta 36 metri in una collocazione molto vicina al centro abitato. Tre aveva prima rifiutato di mettere i suoi ripetitori sul traliccio che già ospita gli altri operatori e non aveva raggiunto un accordo con il Comune per collocare il nuovo traliccio in un area più lontana dal paese. Ora una ordinanza del Tar potrebbe permettere la costruzione. Ma i cittadini non ci stanno e in attesa della sentenza del Tar sono pronti a fermare i lavori. Un gruppo di cittadini ha scritto una lettera aperta al Comune e sta raccogliendo firme in vista di un’assemblea pubblica sul tema che si svolgerà venerdì prossimo 5 ottobre.

I sottoscritti firmatari di questa lettera intendono esprimere con forza la loro opposizione alla richiesta in oggetto che prevede l’installazione di una antenna per rete di telefonia cellulare su un terreno privato di Via Convento, per i seguenti motivi:

l) La notevole vicinanza dell’antenna (alta 36 metri!!) alle case e, come se non bastasse, alle scuole elementare e materna del paese, comporta grosse preoccupazioni per la salute! Nonostante la legge stabilisca i limiti di emissioni di onde elettromagnetiche al di sotto dei quali non “dovrebbero esserci danni alla salute”, numerose sono le nuove ricerche scientifiche che tendono a mettere in dubbio tali limiti, evidenziando il nesso tra l’esposizione a campi elettromagnetici e l’insorgenza di tumori e leucemie in particolare nei bambini!

L’Istituto per la ricerca sul cancro dell’OMS ha classificato la radio frequenza della telefonia mobile come cancerogeno di classe 2B e numerose sono le risoluzioni del Parlamento Europeo che hanno invitato gli Stati membri ad abbassare i limiti di legge per le esposizioni elettromagnetiche.

2) Il luogo indicato dall’H3G, in contrasto con le indicazioni del Comune, è situato in una parte del territorio in forte espansione urbanistica e dove la maggioranza delle famiglie hanno figli piccoli; certamente l’installazione di un’antenna delle dimensioni indicate in progetto (36 metri – un vero campanile!) sarebbe un ostacolo allo sviluppo demografico della zona, in quanto una famiglia potendo scegliere dove vivere e volendo vivere in un paesino come Villareggia rinuncia alla vicinanza dei servizi e delle infrastrutture (asl, ospedali, scuole superiori, per non parlare di luoghi di divertimento come cinema e teatri) in virtù di “una vita lontana dall’inquinamento”…. Un’antenna di quel genere porterebbe a scegliere altri luoghi!!!

3) Nel territorio del Comune di Villareggia è già presente un’antenna per la telefonia mobile, perché non utilizzare il traliccio già presente e che si trova ad una distanza dalle abitazioni sicuramente maggiore? L’Amministrazione comunale dovrebbe insistere sull’opportunità che le compagnie telefoniche utilizzino antenne comuni possibilmente su terreni di proprietà comunale appositamente individuati allo scopo;

SI RICHIEDE quindi al Sindaco e all’ Amministrazione Comunale

l) di modificare il regolamento comunale allegato al P.R.G.C. nel senso di individuare le zone di installazione dei ripetitori di telefonia mobile nel territorio del Comune in modo da impedire non l’esercizio di tale attività ma una sregolata locazione di tali impianti che hanno un impatto ambientale dal punto di vista della salute, visivo e paesaggistico;

2) di indire entro brevissimo tempo un’assemblea pubblica per informare e sensibilizzare la popolazione villareggese;

3) di proseguire l’opposizione alla richiesta di H3G nel ricorso presso il TAR  presentato dalla società H3G tendente ad ottenere l’annullamento del diniego dell’autorizzazione per l’installazione dell’impianto di cui sopra, con eventuale ricorso al Consiglio di Stato.

Si comunica inoltre che è stata contattata LEGAMBIENTE per un appoggio alla nostra protesta e che delle ragioni della nostra opposizione verrà data comunicazione ai giornali locali.

Sperando che si addivenga ad una soluzione che possa soddisfare tutte le parti senza costringerci a procedere ad ulteriori azioni di protesta, si resta in attesa di una risposta positiva da parte dell’Amministrazione Comunale e di un ripensamento in merito al sito del progetto da parte della H3G.

E’  nato un gruppo su Facebook per dare visibilità a quanto sta accadendo a Villareggia

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: ,