Quantcast

In vendita gli stendardi di Italia 150

13 ottobre 2012 | ,

Fino al 4 novembre, giorno di chiusura definitiva delle Officine Grandi Riparazioni e della mostra Fare gli italiani, sono in vendita presso il bookshop delle OGR gli stendardi che hanno fatto da scenografia alla città durante le Celebrazioni del 2011. (altro…)

Un Anno in Piemonte 2011

Un Anno in Piemonte 2011

2 gennaio 2012 | ,

E’ uscita la decima edizione di “Un anno in Piemonte” (EnneCi Communication edizioni) il classico volume del giornalista torinese Beppe Gandolfo che sintetizza i principali avvenimenti dell’anno appena finito in Piemonte.

Il volume contiene notizie, tabelle, commenti, fatti, eventi e personaggi su tutto quello che è avvenuto nel 2011.

 

Gli auguri sexy di Cristina Chiabotto per il 2012

2 gennaio 2012 | ,

La torinesissima e piemontesissima Cristina Chiabotto per lanciare il suo nuovo sito personale ha scelto di fare dei particolari auguri per le feste ai suoi follower su twitter

Prima con un elegante biglietto di auguri

Poi con una apparizione in versione Babbo Natale sexy (altro…)

Ricordando Mario Caglieris ad un anno dalla sua morte

Ricordando Mario Caglieris ad un anno dalla sua morte

24 dicembre 2011 | , ,

Nella notte tra il 24 e il 25 dicembre del 2010 moriva a Ivrea Mario Caglieris, classe 1927, presidente delle Spille d’Oro Olivetti, uno degli ultimi grandi protagonisti della storia aziendale dell’azienda eporediese.  Per ricordare Mario Caglieris QP pubblica un inedito racconto della sua vita meno conosciuta scritto da Francesco Rinaldi.

Il padre di Mario Caglieris (questo nato a Savigliano, Cuneo, nel 1927) era un piemontese socialista ed idealista. Elemento di spicco nel sindacato dei ferrovieri, venne licenziato dalle ferrovie dello stato dopo gli  scioperi del 1923, di cui era stato uno dei promotori. Da allora dovette poi vivere sempre con una valigetta pronta, perché fatto oggetto ripetutamente di “fermi precauzionali” da parte della polizia fascista, che lo aveva in attenzione particolare. La madre, una maestra di origine toscana, dolcissima, seppure salda e incrollabile, sostenne la famiglia unita anche nelle avversità, educando i figli all’amore per il padre, politicamente e socialmente così perseguitato. (altro…)