La Douja d’Or è un concorso enologico a carattere nazionale che si tiene dall’11 al 20 settembre ad Asti all’interno del Settembre astigiano collocata tra il Festival delle sagre il secondo fine settimana di settembre e il Palio alla terza domenica di settembre. La Douja è il termine piemontese con cui si indica un antico e panciuto boccale. A essa è legato anche il nome della maschera settecentesca Gianduja. Dice, infatti, la tradizione che deriverebbe da un arguto e furbo contadino di Callianetto, un paese in provincia di Asti, soprannominato Gioann dla doja perché nelle osterie chiedeva sempre na doja, ovvero un boccale di vino. Il suo nome fu presto abbreviato in Gianduja e divenne la popolare maschera piemontese.

Per dieci giorni Asti diviene l’ombelico della kermesse che oltre a proporre la degustazione e l’acquisto dei vini vincitori del concorso, propone anche percorsi espositivi, eventi, incontri concerti e i raffinati menù della cucina d’autore piemontese. La Douja d’Or è pur sempre un concorso e sono 550 i vini italiani che quest’anno possono fregiarsi del “Premio Douja d’Or”, è stato inoltre assegnato a 45 vini l’Oscar della Douja.

L’edizione 2015 in programma a Palazzo dell’Enofila, offre, inoltre, ai visitatori l’opportunità di scoprire il “mondo Barbera” in tutta la sua ricchezza e varietà. Centinaia di etichette selezionate tra: Barbera d’Asti, Barbera d’Asti Superiore, Barbera d’Asti Superiore Nizza, Barbera d’Asti Superiore Colli Astiani, Barbera d’Asti Superiore Tinella, Barbera del Monferrato e Barbera del Monferrato Superiore si possono degustare insieme a specialità gastronomiche nello spazio intitolato “Douja della Barbera”.