Quantcast
Malasanità, il Piemonte è una delle regioni più penalizzate. Il conto lo pagano cittadini e micro imprese

Malasanità, il Piemonte è una delle regioni più penalizzate. Il conto lo pagano cittadini e micro imprese

17 marzo 2016 | , ,

La malasanità si paga. Spesso anche due volte. La prima come disservizio; la seconda come costi di risanamento. E’ un’Italia divisa sul fronte dei costi e dell’efficienza dei servizi sanitari  (altro…)

Bonus da 250 euro per i dipendenti Venchi grazie alla riduzione Irap

Bonus da 250 euro per i dipendenti Venchi grazie alla riduzione Irap

17 dicembre 2015 | , ,

Ottima annata per la Venchi e così l’azienda cioccolatiera piemontese ha deciso di dare a fine anno un bonus di 250 euro a ciascuno dei 380 dipendenti. Il bonus arriverà in buoni spesa o in buoni benzina ed è la (altro…)

Finanziaria, Chiamparino a Renzi: ”E’ offensivo parlare di sprechi, come nei suoi ministeri non ce ne fossero. Ma ora basta: bisogna incontrarsi”

Finanziaria, Chiamparino a Renzi: ”E’ offensivo parlare di sprechi, come nei suoi ministeri non ce ne fossero. Ma ora basta: bisogna incontrarsi”

17 ottobre 2014 | , ,

chiamparinoSergio Chiamparino ha deciso di reagire con forza sin dal primo istante a quanto emergeva dalla manovra Finanziaria presentata dal Governo, che in sostanza – a detta di molti osservatori – taglia così tanto i fondi destinati alle regioni da costringere queste ad aumentare la pressione fiscale, anche se ha ribadito che si dimetterà “piuttosto che toccare l’Irap”. E dopo le dichiarazioni di ieri, oggi il Presidente della Regione Piemonte è subito tornato sull’argomento, affidandosi a Twitter per chiedere…di non twittare più al premier Matteo Renzi, e di incontrarsi quanto prima – insieme al ministro Padoan – per discuterne. Non prima, però, di aver lanciato una freccia ben avvelenata al compagno di partito: “Considero offensive le parole di Renzi perchè ognuno deve guardare ai suoi sprechi, e mi chiedo: nei ministeri forse non ce ne sono?”.

(altro…)

Chiamparino: “Ci metto la faccia: nessun aumento dell’Irap, piuttosto mi dimetto”

Chiamparino: “Ci metto la faccia: nessun aumento dell’Irap, piuttosto mi dimetto”

14 ottobre 2014 | ,

sergiochiamparino“Ci metto la faccia: nessun aumento dell’Irap, fossi costretto piuttosto mi dimetto, e per altri eventuali incrementi di tasse ci sarà un rispetto assoluto degli scaglioni di reddito più bassi”.
Così il presidente della Regione, Sergio Chiamparino, intervenuto nell’Aula di Palazzo Lascaris durante la comunicazione del vicepresidente della Giunta, Aldo Reschigna, con delega al bilancio, nella seduta del 14 ottobre, sulla difficile situazione della finanza regionale, anche in relazione all’esito del recente giudizio di parificazione della sezione regionale della Corte dei Conti.
“Vogliamo essere una Giunta regionale che pur vivendo una condizione congiunturale molto difficile non vuole subire la situazione, (altro…)

Due biciclette intorno al mondo. Un viaggio su due ruote negli anni Cinquanta per quasi 30mila km. Fotogallery

Due biciclette intorno al mondo. Un viaggio su due ruote negli anni Cinquanta per quasi 30mila km. Fotogallery

7 aprile 2014 | , , , , , ,

Rolando e Sada in Turchia durante il viaggio in bici attorno al mondoSiamo negli anni Cinquanta a Torino, quando due piemontesi di 29 anni, Valentino Rolando e l’amico d’infanzia Adriano Sada, decidono di compiere un’impresa avventurosa e affascinante: il giro del mondo in bicicletta. Un evento da folli, considerato il lontano periodo, le condizioni geopolitiche di alcuni Paesi e le comunicazioni, ben diverse da quelle odierne. Un viaggio, lento, assaporato, lungo due anni che ha dell’incredibile, descritto, con minuzia di particolari, nel libro “Due biciclette intorno al mondo. Da Torino a Torino 1956 – 1958” edito da Aldo Lazzaretti Editore (Torino 2013). Il libro, a firma dei due giramondi di cui uno 86enne ancora in vita, è scorrevole sin dalle prime pagine, già dalla prefazione a dire il vero, scritto con eleganza e termini, a volte desueti che lo rendono elegante pur se molto semplice, quasi un diario. Affascinante e suggestivo, racconta l’idea di due ragazzi, il progetto, sulla carta ben definito, ma in realtà lasciato alle decisioni del momento man mano che si avanzava di pedale in pedale, il percorso e, soprattutto i Paesi, i mondi visitati. (altro…)