Quantcast

A Trenitalia è scappata una vena razzista non troppo celata. In uno spot che presentava le nuove quattro classi di viaggio dei FrecciaRossa: Executive, Business, Premium, Standard c'era qualcosa che non quadrava che aveva fatto discutere la Rete italiana. Una immagine  "razzista"  ritraeva una famiglia di immigrati negli scompartimenti meno costosi, i cosiddetti "standard". Nella sala riunioni della "executive" si trovavano incravattati manager al lavoro, per la "business"  uno scompartimento vuoto e luminoso e  nel "premium" una coppia servita da una sorridente cameriera. Trenitalia ha rimosso i fotogrammi incriminati dallo spot.

A Trenitalia è scappata una vena razzista non troppo celata. In uno spot che presentava le nuove quattro classi di viaggio dei FrecciaRossa: Executive, Business, Premium, Standard c’era qualcosa che non quadrava che aveva fatto discutere la Rete italiana.

Una immagine  “razzista”  ritraeva una famiglia di immigrati negli scompartimenti meno costosi, i cosiddetti “standard”. Nella sala riunioni della “executive” si trovavano incravattati manager al lavoro, per la “business”  uno scompartimento vuoto e luminoso e  nel “premium” una coppia servita da una sorridente cameriera.

Trenitalia ha rimosso i fotogrammi incriminati dallo spot.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , , ,