Quantcast

Marco Zamperini è morto nella notte del 14 ottobre 2013 a Milano. Aveva 50 anni, lascia la moglie e due figlie. Marco Zamperini è uno dei pionieri e divulgatori di Internet in Italia. Marco ha costruito la sua storia iniziando da Etnoteam, azienda nella quale era entrato all’inizio degli Anni Novanta, e nella quale, dopo la nomina di Chief Technology Officer per la Direzione Generale Telecomunicazioni e Media, ha iniziato a occuparsi di Evengelizzazione Tecnologica inventando il suo storico nickname di FunkyProfessor, con il quale era conosciutissimo in rete.
Ma Marco Zamperini non aveva solo doti intellettuali e imprenditoriali_ era considerato da tutti un amico.Nonostante fosse persona prestigiosa aveva interesse per tutto e per tutti con una umanità e trasparenza non comune. la schiettezza amplificavano le sue naturali doti di comunicatore.

Noi di QP se siamo partiti lo dobbiamo anche a lui.

Marco Zamperini è morto nella notte del 14 ottobre 2013 a Milano. Aveva 50 anni, lascia la moglie e due figlie. Marco Zamperini è uno dei pionieri e divulgatori di Internet in Italia. Marco ha costruito la sua storia iniziando da Etnoteam, azienda nella quale era entrato all’inizio degli Anni Novanta, e nella quale, dopo la nomina di Chief Technology Officer per la Direzione Generale Telecomunicazioni e Media, ha iniziato a occuparsi di Evengelizzazione Tecnologica inventando il suo storico nickname di FunkyProfessor, con il quale era conosciutissimo in rete.
Ma Marco Zamperini non aveva solo doti intellettuali e imprenditoriali_ era considerato da tutti un amico.Nonostante fosse persona prestigiosa aveva interesse per tutto e per tutti con una umanità e trasparenza non comune. la schiettezza amplificavano le sue naturali doti di comunicatore.

Noi di QP se siamo partiti lo dobbiamo anche a lui.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: