Quantcast
Osservatorio Elezioni: a 50 giorni dalle elezioni Il Centro Destra è in vantaggio. Il Movimento 5 Stelle è il primo partito, PD in calo

Osservatorio Elezioni: a 50 giorni dalle elezioni Il Centro Destra è in vantaggio. Il Movimento 5 Stelle è il primo partito, PD in calo

14 gennaio 2018 | ,

A meno di 50 giorni dalle elezioni del 4 marzo 2018 la situazione è ancora molto incerta secondo i sondaggi e non si vede come si possa  realizzare una maggioranza alla Camera dove ci vorrebbero 316 seggi. (altro…)

E’ morto Salvo Mandarà , l’uomo dei live streaming dello Tsunami Tour di Beppe Grillo

E’ morto Salvo Mandarà , l’uomo dei live streaming dello Tsunami Tour di Beppe Grillo

2 dicembre 2017 | , ,

È morto a 51 anni per la leucemia con cui aveva tentato di combattere Salvo Mandarà. Nel 2013 era stato il cameraman delle dirette in streaming per lo Tsunami Tour  di Beppe Grillo caratterizzandolo (altro…)

Cronaca Qui compie 15 anni

Cronaca Qui compie 15 anni

6 dicembre 2016 | ,

In questi giorni si stanno compiendo i 15 anni di Cronaca Qui un quotidiano prevalentemente cartaceo che ha saputo superare la monocoltura informativa dei torinesi. (altro…)

A che punto è l’informazione in Italia?

A che punto è l’informazione in Italia?

23 aprile 2016 | ,

Nella tradizionale classifica redatta da Reporters Sans Frontieres riguardante la libertà di Stampa l’Italia si trova in un imbarazzante 77o posto. E’ possibile fare qualcosa per liberare l’informazione ?  (altro…)

Cessione La Stampa e Secolo XIX a Repubblica e cessione quote RCS da Agnelli – Osservatorio Commenti

Cessione La Stampa e Secolo XIX a Repubblica e cessione quote RCS da Agnelli – Osservatorio Commenti

4 marzo 2016 | , ,

Dopo la cessione di La Stampa e Secolo XIX al gruppo editoriale Repubblica – Espresso, raccontata in maniera metaforica come fusione del maggiore gruppo editoriale italiano e dopo la cessione delle quote (altro…)

E’ morta Moira Orfei

E’ morta Moira Orfei

15 novembre 2015 |

È morta a Brescia la regina del circo italiano: Moira Orfei, che avrebbe compiuto 84 anni nel prossimo mese di dicembre. A darne notizia la famiglia con un comunicato: “Moira Orfei ci lascia in serenità e (altro…)

#viafranchigena: il diario di Marco Giovannelli

#viafranchigena: il diario di Marco Giovannelli

25 giugno 2015 | ,

Marco Giovannelli, direttore di Varese News, sta percorrendo e raccontando dal suo blog la via Franchigena, dalla Cisa e Roma e racconta dal suo blog le emozioni, i paesaggi, gli incontri del suo tragitto. (altro…)

L’authority per i trasporti a Torino: qualcuno ci spiega perchè è cosa buona e giusta ?

L’authority per i trasporti a Torino: qualcuno ci spiega perchè è cosa buona e giusta ?

7 agosto 2013 | , , ,

ingorgoIn questi giorni molto si parla di tutto questo adoperarsi dei politici e dei media piemontesi per riuscire ad ottenere a Torino l’authority per i trasporti. In tutto questo sfolgorio di parole, comunicati e difese a spada tratta non ho visto  interpretazioni che spieghino in termini economici, politici e sociali perchè sia cosa buona e giusta per Torino, per il Piemonte e per l’Italia che l’authority si collochi sotto alla Mole ?
Si accettano contributi intellettuali …

Anche la Stampa passa in edicola a 1,30 euro

1 agosto 2013 | ,

Anche Repubblica, Corriere e localmente La Stampa hanno deciso di aumentare il loro prezzo in edicola. E’ una pratica classica nei mesi estivi in cui i lettori sono più distratti e che quindi si incavolano meno a pagare di più il giornale e in cui quindi si rischia di meno che smettano di comprare il giornale cartaceo

Lunedì 29 luglio l’annuncio del giornale della famiglia Agnelli che analogamente al Secolo XIX si autoincensa del titolo di informazione di qualità rispetto agli altri che evidentemente non sono dotati di queste stimmate …

da domani La Stampa costerà 10 centesimi in più. Non è mai piacevole fare questi annunci e abbiamo rinviato il più possibile: l’ultimo aumento di prezzo risale a 4 anni fa. Era agosto 2009 e allora il biglietto dei mezzi pubblici a Torino, Milano e Roma costava ancora un euro, quanto un quotidiano, oggi è salito a 1,50 mentre noi ci fermeremo a 1,30. Eppure in quattro anni la pubblicità si è dimezzata e i giornali italiani restano tra i meno cari d’Europa.

La situazione dell’informazione in tutto l’Occidente è difficilissima, aumentano i lettori – soprattutto su Internet – ma i conti tornano sempre meno. Abbiamo tagliato al massimo i nostri costi, ma c’è un limite oltre il quale a farne le spese sarebbe la qualità del prodotto. Noi, che non prendiamo finanziamenti pubblici ma viviamo del vostro acquisto quotidiano, vogliamo continuare a innovare e migliorare, a mandare inviati a raccontare le guerre e i viaggi del Papa, i delitti e le elezioni, gli sprechi e le buche sotto casa. Speriamo di continuare con Voi al nostro fianco.