Quantcast
La nuova carta d’identità digitale disponibile nei comuni del Piemonte

La nuova carta d’identità digitale disponibile nei comuni del Piemonte

29 ottobre 2016 | , , ,

La rivista del Csi Piemonte Nuovi Strumenti presenta la nuova carta d’identità digitale completamente diversa sia per il processo di realizzazione e distribuzione che per le (altro…)

Linux Day 2016 a Torino al dipartimento di informatica

Linux Day 2016 a Torino al dipartimento di informatica

24 ottobre 2016 | , , , , , , ,

Presso il Dipartimento di Informatica dell’Università di Torino, questo sabato, si è tenuta la decima edizione del Linux Day torinese. L’evento, con un ampio programma fatto di 16 talks di (altro…)

Il Comune di Torino approva due mozioni per open data e software libero

22 settembre 2012 | , , ,

La trasparenza nei confronti dei cittadini passa anche per l’accessibilità ai dati informatici (open data) delle amministrazioni locali. Le città sono sempre più individuate come punti di riferimento per le politiche di innovazione e di sviluppo. Torino e il Piemonte rappresentano una realtà italiana d’avanguardia nell’ambito della ricerca accademica. Il Consiglio Comunale ha approvato una  mozione (prima firmataria Fosca Nomis, PD) approvata che impegna la Giunta di definire un percorso per rendere disponibili tutti i dati non coperti da privacy; riutilizzo dei dati e stimolare la ricerca e le iniziative imprenditoriali sul territorio; adottare per questi dati licenze standard e favorire il confronto con i soggetti interessati sugli open data, presenti sul territorio. (altro…)

Novità dal sito del Consiglio regionale

3 novembre 2011 | ,

Il sito del Consiglio regionale cambia aspetto e nome: d’ora in poi l’indirizzo Internet è semplificato in www.cr.piemonte.it. Tra le novità più significative, nella sezione Trasparenza, le presenze dei consiglieri alle attività d’aula, aggiornate mensilmente. Nella stessa sezione sono riportati i dati sulle indennità, sullo stipendio dei dirigenti del Consiglio, sulle assenze del personale.
Alla presentazione hanno partecipato il presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo, il vicepresidente Roberto Placido e il consigliere segretario Tullio Ponso. “Puntiamo a stabilire un più proficuo rapporto con tutta la comunità piemontese, di cui il Consiglio è la massima espressione rappresentativa ha sottolineato il presidente del Consiglio Valerio Cattaneo – per avere una maggiore partecipazione alla vita dell’Assemblea, sentendo il parere di tutti. Vogliamo utilizzare le nuove tecnologie per abbattere le barriere tra istituzioni e cittadini”

Altra novità è costituita dal collegamento con il canale Twitter @crpiemonte.it che verrà attivata durante le sedute d’Aula, con brevi informazioni sull’andamento del dibattito. Inoltre, ogni notizia pubblicata potrà essere commentata sui principali social network. Migliorata anche la sezione Multimedia con gallerie fotografiche e video periodicamente aggiornati. Il sito aggrega in un’unica linea comunicativa e grafica tutti gli strumenti informativi: l’agenzia CrpNews, i settimanali CrpTv e CrpRadio, il CrpWebTg.

Tutti i contenuti del sito sono rilasciati a uso libero, non commerciale, con citazione della fonte, secondo la nuova licenza Creative Commons che regolamenta i diritti d’autore sulla rete.

Il PD provinciale di Torino approva un documento per l’Agenda Digitale per Torino

17 giugno 2011 | ,

L’assemblea provinciale del Pd di Torino, che si è svolta giovedì 16 giugno, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che impegna il partito torinese, sindaco, giunta e consiglieri comunali a mettere al centro della propria azione politica i temi relativi allo sviluppo digitale della città. L’odg, primo firmatario Fabio Malagnino, è stato sottoscritto da consiglieri comunali (Cassiani, Levi), presidenti di Circoscrizione (Conticelli, Valle) e segretari di circolo (Lambresa – Torino San Donato, Soncin – Grugliasco).
La Commissione Europea definisce Agenda Digitale la strategia per una fiorente economia digitale entro il 2020. Indica politiche ed azioni per massimizzare il beneficio della “rivoluzione digitale” a vantaggio di tutti.
L’Italia è, insieme alla Libia, l’unico paese a non essersi dotato di una propria strategia digitale. Molti studi indicano che i differenziali di crescita e di produttività che si sono sviluppati negli ultimi 10 anni tra i principali Paesi europei sono spiegati dalla diversa intensità con cui imprese, Pubbliche Amministrazioni e individui hanno investito in ICT.
(altro…)

Caro Candidato per le prossime Amministrative

4 maggio 2011 | , ,

L’Associazione per il Software Libero, rilancia – in occasione delle elezioni del 15-16 Maggio 2011 – la campagna “Caro Candidato“, per invitare tutti i politici ad impegnarsi per la promozione e la diffusione del software libero e delle libertà  digitali sottoscrivendo il Patto per il Software Libero.

La crescita del software libero e delle libertà digitali sono elementi irrinunciabili per garantire e tutelare le libertà fondamentali dei cittadini e l’indipendenza delle istituzioni. Spiegare ai nostri politici l’importanza del software libero e delle libertà digitali è un passo importante e molto concreto che contribuisce a costruire la società che vogliamo.

Tutti i sostenitori del software libero possono contribuire a diffondere le informazioni sulla campagna, sia contattando direttamente i politici sia sensibilizzando l’opinione pubblica con le azioni previste nel sito di supporto http://carocandidato.it/wiki/view/support.

I gruppi di utenti o di promozione del software libero possono aderire alla campagna Caro Candidato seguendo le istruzioni disponibili sul sito http://carocandidato.it/wiki/view/gruppo_partner

Approvata in Piemonte la legge di promozione del wifi libero e gratuito

21 aprile 2011 | ,

Il Consiglio regionale ha approvato la legge di promozione del wifi libero e gratuito : interventi a sostegno della realizzazione di servizi di accesso Wi-Fi gratuiti e aperti. il Piemonte è la prima regione d’italia a dotarsi si una legge con obiettivi del genere.
La legge prevede: l’erogazione di contributi e voucher ai soggetti che offrono a terzi un servizio di accesso Wi-Fi; l’installazione di access point pubblici ad accesso gratuito presso ogni sede della Regione; la promozione della conoscenza dei servizi di accesso Wi-Fi gratuiti.
Il testo della legge
(altro…)