Quantcast
Il Piemonte aderisce a Sprecozero.net: è la prima Regione a sostenere il network anti-spreco.

Il Piemonte aderisce ufficialmente a Sprecozero.net; è la prima Regione a sostenere il network nazionale degli Enti territoriali anti-spreco. La rete degli Enti territoriali in lotta contro tutti gli sprechi ha registrato l’adesione della Regione Piemonte che si conferma prima a livello nazionale ad avere scelto di far parte di questo ambizioso network. L’annuncio è stato dato dall’Assessora regionale alla Tutela del Consumatore Monica Cerutti e dal Presidente di Sprecozero.net Stefano Mazzetti, in occasione della formalizzazione dell’adesione.
Nata a Sasso Marconi , la rete Sprecozero.net intende favorire la condivisione delle “buone pratiche” contro lo spreco di cibo, acqua, energia, suolo, rifiuti ecc. attivate a livello locale dalle amministrazioni pubbliche più sensibili, dando visibilità alle esperienze dei suoi soci e permettendo lo scambio (in via riservata) di tutte le informazioni e le istruzioni per adottare i provvedimenti nel proprio territorio.

La rete è stata “riconosciuta” dal Ministero dell’Ambiente e dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) e sta raccogliendo le adesioni a livello locale. Per diventare soci bastano pochi Euro che verranno utilizzati per la realizzazione di un portale digitale (). Attraverso la condivisione dei dati caricati dai Comuni sarà quindi possibile fornire agli amministratori preziosi strumenti operativi per scegliere, decidere e attivare a livello locale le pratiche più virtuose o più adatte virtuose o più adatte per il proprio territorio.
“L’adesione all’associazione nazionale da parte del Piemonte – ha commentato Monica Cerutti – è il naturale approdo del percorso che abbiamo iniziato, poco più di un anno fa, con l’attivazione del portale www.unabuonaoccasione.it e con le iniziative di contrasto agli sprechi alimentari ad esso collegate. Promuovere nelle comunità locali nuovi valori, principi e progetti è una sfida che deve vedere coinvolti tutti i soggetti istituzionali in un comune sforzo di cambiamento culturale”.
“Mi pare che la Regione Piemonte abbia compreso alla perfezione lo spirito e gli obiettivi dell’associazione – ha aggiunto Stefano Mazzetti – Ho trovato qui a Torino operatori sensibili e motivati che potranno essere partner preziosi nella lotta allo spreco, anche solo provando a trasmettere il loro entusiasmo ai Sindaci e agli amministratori locali di questa regione… possibilmente innescando un circolo virtuoso che riguardi tutto il nostro Paese, come previsto dagli atti costitutivi di Sprecozero.net”.

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: ,