Quantcast
Torino Mobility Lab per promuovere la mobilità alternativa in San Salvario

Favorire la mobilità alternativa per ridurre il traffico privato negli spostamenti quotidiani:  è l’obiettivo del progetto “Torino Mobility Lab” per il quartiere SanSalvario, scelto per partecipare al bando del ministero dell’Ambiente nell’ambito del “Programma  sperimentale nazionale di mobilità sostenibile  casa – scuola e casa – lavoro”

Parte integrante del piano previsto per il nodo intermodale di trasporto di Porta Nuova, il progetto ha tra suoi cardini la realizzazione della pista ciclabile di via Nizza, già inserita nel progetto del Pon Metro, insieme all’allestimento di una “velostazione”  all’interno della stazione ferroviaria, da realizzarsi in collaborazione con Grandi Stazioni Rail e al posizionamento di nuovi stalli per il parcheggio delle biciclette in prossimità o all’interno delle scuole, delle sedi universitarie, del polo ospedaliero e delle sedi degli uffici comunali.

Pedonalità e ciclabilità, intermodalità, trasporto pubblico e bicicletta rappresentano i pilastri di un sistema integrato che prevede l’istituzione della figura del mobility manager scolastico, favorisce processi partecipati (per definire percorsi sicuri casa-scuola casa-lavoro, con particolare attenzione alle scuole di ogni ordine e grado) e incentiva forme di mobilità  dolce e condivisa.

 

Commenta su Facebook

qu-pi-newsletterVi  è piaciuto questo articolo ? Iscrivetevi alle newsletter di Quotidiano Piemontese per sapere tutto sulle ultime notizie,
Se vi piace il nostro lavoro e volete continuare ad essere aggiornati sulle notizie dal Piemonte, andate alla nostra pagina su Facebook e cliccate su "Like".
Se preferite potete anche seguirci sui social media su Twitter , Google+, Youtube
Ora potete anche essere aggiornati via Telegram

TAGS: , ,