Prometteva (finti) posti di lavoro all’aeroporto di Caselle dietro pagamento, arrestato

Sarebbero centinaia le persone truffate da un 59enne di Cirié, in provincia di Torino, arrestato dai carabinieri e ora ai domiciliari. Da quanto emerge dalle indagini condotte dai carabinieri di Villastellone, l’uomo si spacciava per rappresentante della società Exodus Service; poi, a chi aveva risposto all’annuncio pubblicato sul sito del comune di Torino (estraneo ai fatti), dietro pagamento (dai 50 ai 200 euro), prometteva (finti) posti di lavoro all’aeroporto di Caselle. Infine per giustificare il pagamento asseriva che i soldi servivano per acquistare abbigliamento da lavoro.

Le denunce sono partite dal giorno 18 gennaio, giorno a cui era stato rimandato l’appuntamento per i colloqui di lavoro, ma in cui non si era presentato nessuno della società Exodus Service.

Al momento sono in corso le indagini dei carabinieri per appurare se l’uomo avesse dei complici. Nel frattempo i locali della finta società, ubicati in via Stampini a Torino, sono stati svuotati e sequestrati.

 



In questo articolo: