L’analisi costi-benefici di Toninelli boccia la Tav: saldo negativo fino a 8 miliardi

L’analisi costi benefici relativi all’Alta Velocità Torino-Lione, voluta dal ministro Toninelli, rimasta secretata per più di un mese, verrà finalmente resa pubblica oggi sul sito del Ministero. Il risultato dell’analisi della commissione di esperti guidata dal professor Marco Ponti è impietoso.

Secondo i tecnici la sproporzione di costi rispetto ai benefici sarebbe di almeno 5,7 miliardi, con l’ipotesi che il divario arrivi fino a 8 miliardi. I benefici si attesterebbero poco sopra gli 800 milioni, lontanissimi dai 20 miliardi stimati da Telt. Il documento è stato però firmato solo da 5 dei 6 membri della commissione. Il sesto, Pierluigi Coppola, non lo ha ritenuto sottoscrivibile.

Potete leggere qui di seguito l’analisi costi-benefici integralmente.

Potete invecere leggere qui e di seguito la vecchia analisi costi-benefici che aveva dato il via all’opera.



In questo articolo: