Bruino, aggredita una ragazza senza un apparente motivo

Una diciottenne di Bruino è stata aggredita da uno sconosciuto ieri mattina verso le 8:20 mentre si stava recando a prendere l’autobus per andare a scuola, un liceo artistico di Torino. La studentessa stava camminando su vicolo San Martino, a due passi da casa, quando si è sentita strattonare da dietro, ma nel momento in cui si è girata ha ricevuto un pugno in faccia, vicino all’occhio destro. Ha barcollato per il colpo perdendo gli occhiali e poi è caduta a terra procurandosi ferite a braccia e gambe. Intanto l’aggressore è scappato lasciando la ragazza a terra stordita mentre chiedeva aiuto. Recuperati gli occhiali, ha accertato di non aver subito un furto, ma aveva ancora tutto: zaino, portafoglio e cellulare. Ha quindi chiamato la mamma, che in quel momento si trovava a casa, per farsi soccorrere. La donna ha portato la figlia all’ospedale di Rivoli, dove i medici le hanno previsto sette giorni di prognosi per un trauma cranico e lieve commozione cerebrale.

Ora si cerca il colpevole e soprattutto il motivo dell’aggressione. Dalle dichiarazioni della madre, ci fu un episodio due anni fa di cyberbullismo nei confronti della diciottenne: furono creati profili falsi sui social da cui furono mandate minacce di morte. Finirono con la denuncia alla polizia postale, ma non si scoprì mai chi era l’autore dietro a quei messaggi. I carabinieri hanno sentito la vittima, che è solita andare a scuola accompagnata dal papà. Si esclude quindi che sia stata seguita nei giorni precedenti. L’ipotesi al vaglio è che si tratti di un partecipante del “Knock-Out Game”, un gioco inventato in America in cui si picchia un passante incrociato per caso, senza motivo.

 



In questo articolo: