Truffa della finta pattuglia, chiedono soldi per pagare multa in forma ridotta: ci casca un 30enne astigiano

Quella della finta pattuglia non è una novità, ma un trentenne astigiano ci è cascato in pieno. Stava percorrendo la Strada Provinciale 3 tra Belveglio e Mombercelli con il furgone della ditta in cui lavora quando è stato fermato da una finta pattuglia: i due truffatori gli hanno intimato di accostare con una paletta simile a quella in dotazione alle forze dell’ordine, ma erano in borghese. Ad ingannare il trentenne forse è stata la macchina blu, una Fiat Grande Punto, con un lampeggiante sul tettuccio. I malviventi gli hanno contestato diverse violazioni del codice della strada e di conseguenza una multa salata, ridotta a 52 euro se pagata direttamente a loro. La vittima non ci ha pensato su, ha pagato immediatamente e se n’è andato. Arrivato in ditta, ha raccontato ai titolari la vicenda. Da lì la denuncia ai Carabinieri di Mombercelli.

Non è prassi per le forze dell’ordine in borghese fermare le macchine. Per emettere multe ci vuole una pattuglia con le vetture ufficiali e la divisa. Inoltre, prima di pagare chiedete la copia del verbale. Se avete qualche dubbio chiedete sempre di vedere il distintivo per l’identificazione e chiamate il numero unico di emergenza 112.

Foto Google Street View



In questo articolo: