Buoni pasto: arrestato il fondatore di Qui!Group Fogliani, la moglie e le figlie

E’ stato arrestato Gregorio Fogliani, presidente e fondatore della Qui!Group, la società di distribuzione dei buoni pasto utilizzati anche dalla pubblica amministrazione. Agli arresti domiciliari anche la moglie Luciana Calabria, le due figlie Chiara e Serena e due manager Qui!Group, Luigi Ferretto (amministratore delegato) e Rodolfo Chiriaco (consisligere delegato). L’indagine, condotta dai finanzieri del comando provinciale di Genova è per bancarotta fraudolenta, riciclaggio, autoriciclaggio e truffa aggravata. Le fiamme gialle stanno eseguendo un sequestro preventivo su conti, immobili e disponibilità finanziarie per 80 milioni di euro.

L’inchiesta ha fatto emergere il dirottamento di somme a favore di altre società riconducibili alla stessa famiglia Fogliani per quasi 42 milioni di euro. E’ emersa poi l’omessa contabilizzazione di somme da pagare per circa 179,5 milioni di euro, l’esposizione in bilancio di utili fittizi che venivano poi distribuiti ai soci per 3,24 milioni di euro. A settembre dello scorso anno, il tribunale di Genova aveva dichiarato il fallimento della Qui!Group per debiti che ammontavano a oltre 325 milioni di euro.

Nel 2016 la Qui!Group aveva stipulato una convenzione con la Consip, la centrale acquisti della PA, per due lotti per rifornire buoni pasto a circa 1 milione di dipendenti delle pubbliche amministrazioni di Piemonte, Liguria, Val d’Aosta, Lombardia e Lazio. Un appalto di circa mezzo miliardo di euro, poi sospeso a luglio 2018 “per reiterato, grave e rilevante inadempimento delle obbligazioni contrattuali”.